Brembate, un calcio e gli spacca la gamba Grave lite, l’aggressore scappa: preso

Brembate, un calcio e gli spacca la gamba
Grave lite, l’aggressore scappa: preso

Calci e pugni, un violento litigio con tanto di gamba rotta. Il tutto in mezzo alla strada a Brembate. Due uomini, fuori da un bar, hanno litigato nel tardo pomeriggio di martedì 18 febbraio, in via Cialdini

Qui sono intervenuti i Carabinieri di Brembate che hanno sorpreso i due litiganti, un marocchino 48enne, nullafacente, pregiudicato e irregolare sul territorio nazionale, anche se di fatto domiciliato in paese, e un italiano 38enne, di origini calabresi ma da alcuni anni residente a Brembate, anch’egli nullafacente e pregiudicato. Tra i due sono volati violenti calci e pugni.

All’origine della lite un comportamento dell’italiano: in sella alla sua bici, il 38enne stava per investire il figlio del 48enne con ha subito reagito in malo modo, colpendo con un forte calcio il ciclista tanto da rompergli la tibia della gamba destra

Dopo l’aggressione il marocchino si è dato alla fuga, facendo perdere le sue tracce, mentre la vittima, soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata al Policlinico San Marco di Osio Sotto, è stata sottoposta alle cure urgenti del caso, ora sotto osservazione nel reparto di Traumatologia dell’ospedale.

I carabinieri si sono immediatamente attivati per ricercare l’aggressore in fuga che, a distanza di un paio d’ore, è stato rintracciato nella sua abitazione: portato in caserma, è stato deferito in stato di libertà per il reato di lesioni personali gravi, nonché per l’ingresso e il soggiorno illegale sul territorio italiano. Avviata anche la procedura per richiedere la sua espulsione dall’Italia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA