Carvico, rubato l’asinello dalla capanna Alpini ironici: «Portato via dal fratello»
Il singolare cartello lasciato dagli alpini di Carvico dopo il furto della statua dell’asinello

Carvico, rubato l’asinello dalla capanna
Alpini ironici: «Portato via dal fratello»

La statua in gesso portata via di notte: era la stessa già rubata nel dicembre 2014 e poi ritrovata al cimitero di Botta di Sotto il Monte. Al vaglio della polizia locale le telecamere della piazza Giovanni XXIII.

Nella notte tra giovedì 22 e venerdì 23 dicembre è stata rubata dalla «Capanna della Pace» degli Alpini di Carvico la statua in gesso dell’ asino, la stessa che nel dicembre 2014 era stata rubata e poi ritrovata, qualche giorno dopo, abbandonata al cimitero della Botta, frazione di Sotto il Monte. Il capogruppo Ana di Carvico, Gianmario Brembilla, si è detto sorpreso e amareggiato: si augura che, come due anni fa, sia solo il gesto di qualche burlone e che la statua possa essere recuperata.

La polizia locale, nel frattempo, sta visionando i filmati delle videosorveglianza attiva in questa zona di piazza Giovanni XXIII. Il gruppo Alpini al posto dell’ asino ha posto un ironico cartello con scritto: «Ringraziamo l’asino che ha portato via suo fratello e tanti auguri di buon Natale alla sua famiglia di asini».


© RIPRODUZIONE RISERVATA