Bergamo riabbraccia Papa Giovanni «Un gesto d’amore di Papa Francesco»

Bergamo riabbraccia Papa Giovanni
«Un gesto d’amore di Papa Francesco»

L’annuncio, lo scorso fine giugno, fu salutato con grandissima commozione ed emozione dai bergamaschi: «Papa Giovanni torna in terra bergamasca». Ora l’evento - o meglio il dono di Papa Francesco - come ha sottolineato il vescovo mons. Francesco Beschi, è destinato a rimanere storico per la diocesi e non solo.

È ufficiale, tutta Bergamo e tutta la provincia si preparano ad accogliere l’arrivo dell’urna con il corpo di San Giovanni XXIII dal 24 maggio al 10 giugno 2018: più precisamente da giovedì 24 maggio sarà a Bergamo e dal 27 maggio al 10 giugno a Sotto il Monte, suo paese natale. Il Vescovo di Bergamo, monsignor Francesco Beschi, ha commentato: «Ringraziamo Papa Francesco per questo gesto di amore paterno nei confronti della nostra Diocesi di Bergamo. È per noi una gioia grande e una grazia speciale. Pensare al santo Papa Giovanni XXIII che torna nella sua terra, mi ha fatto ricordare quanto lui disse, pochi mesi dopo l’elezione a Pontefice, in un’udienza ad un gruppo di bergamaschi: «Vi esorto a progredire sempre nella bontà, nella virtù, nella generosità, affinché i Bergamaschi siano sempre degni di Bergamo».

La macchina organizzativa si prepara a scaldare i motori. Accanto a consuete e doverose misure di sicurezza, che vedranno in campo istituzioni e forze dell’ordine, un ruolo ausiliare sarà ricoperto anche da associazioni, gruppi, sodalizi. Al tempo stesso, la diocesi lancia un appello a quanti - anche singoli - intendano prestare la loro opera come volontari per quanto riguarda aspetti pratici e organizzativi. «Chi fosse disponibile a donare alcune ore del suo tempo in queste giornate per l’assistenza ai pellegrini, per il servizio d’ordine, per le necessità organizzative -si legge in una nota della diocesi - può offrire la sua disponibilità di date e di orari tramite l’apposito spazio sul sito o scrivendo all’indirizzo mail [email protected]».

CLICCA QUI PER LEGGERE IL PROGRAMMA

Altre informazioni e dettagli sulla peregrinatio dell’urna con il corpo di San Giovanni XXIII saranno diramate nelle prossime settimane. Va comunque anticipato che sarà necessario attenersi a una serie di disposizioni in particolare per quanti intendono rendere omaggio alla salma di Papa Roncalli. Per questo motivo, «per i gruppi di pellegrini è richiesta la prenotazione on-line (www.santuariosangiovannixxiii.it)». In questo modo «sarà possibile vedere la disponibilità delle fasce orarie libere nella data desiderata per accedere alla venerazione dell’urna con le reliquie del Santo Papa Giovanni XXIII. La prenotazione è consigliabile anche per le famiglie e e per i piccoli gruppi di prenotarsi». «Per i pellegrini - prosegue la nota - verrà offerto un percorso tematico attraverso i luoghi significativi di Sotto il Monte seguendo le linee della figura e della testimonianza di Papa Giovanni XXIII. È possibile per i gruppi prenotarsi anche per la partecipazione alla celebrazione della Santa Messa che sarà solo negli orari comunitari stabiliti. Non c’è la possibilità di celebrazioni al di fuori di quelle indicate».

A Sotto il Monte - inutile sottolinearlo - è prevedibile un forte afflusso di fedeli nelle due settimane di permanenza dell’urna. Anche il paese - per questo motivo - si sta attrezzando per regolamentare al meglio l’arrivo dei pellegrini che giungeranno da ovunque, in auto e in pullman e avranno la possibilità di visitare anche i luoghi giovannei: la casa natale, il seminario del Pime, la chiesa del Battesimo di Brusicco, il museo di Camaitino.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 17 gennaio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA