Volkswagen Polo restyling 2021

Volkswagen Polo
restyling 2021

Con più di 18 milioni di esemplari costruiti, la Polo è uno dei modelli compatti di maggior successo a livello globale. All’interno del marchio anche la piccola Volkswagen è una grande: da anni conquista regolarmente un posto nella top 3 dei modelli più venduti.

Il design, le tecnologie e il concept degli equipaggiamenti sono stati sottoposti a un ampio update. Dal punto di vista estetico questo aggiornamento risulta immediatamente percepibile osservando la zona frontale e posteriore, ridisegnate e fornite, adesso e di serie, di fari con tecnologia Led con una firma luminosa diurna e notturna inedita.

Negli interni, la nuova Polo si lascia apprezzare per il Digital Cockpit, ormai sempre di serie, per il volante multifunzione, anch’esso di serie, per i sistemi di infotainment di ultimissima generazione comprensivi di Online Connectivity Unit (OCU con eSIM) e App-Connect Wireless (in entrambi i casi a seconda dell’equipaggiamento). Se la vettura dispone di Climatronic, disponibile a richiesta, viene dotata per la prima volta di un’unità di comando del climatizzatore automatico con superfici touch, già offerta in forma analoga sui modelli più grandi Tiguan, Passat e Arteon. Anche dal punto di vista tecnico la cinque porte compatta vanta oggi una maggiore vicinanza alle Volkswagen dei segmenti superiori.

Solo a titolo di esempio: novità assoluta nella sua categoria, può essere ordinata con la dotazione a richiesta IQ.DRIVE Travel Assist. In tal caso, sistemi quali l’Acc predittivo (cruise control con regolazione automatica della distanza) e per il mantenimento della corsia Lane Assist si fondono in un nuovo sistema di assistenza, consentendo così la guida parzialmente automatizzata fino a 210 km/h. In questo caso, il nuovo volante multifunzione di serie è provvisto di superfici capacitive. Con l’IQ.DRIVE Travel Assist attivo queste superfici hanno lo scopo di verificare che il guidatore abbia le mani sul volante. Si tratta di un accorgimento prescritto dalla Ue per il livello 2 della guida automatizzata. A tale riguardo, tutte le Polo sono dotate di serie di sistemi di sicurezza come il controllo perimetrale Front Assist comprensivo di funzione di frenata di emergenza City e, oggi, anche il Lane Assist.

Le linee di allestimento sono state ridefinite e riconfigurate. Finora, la Polo era disponibile nelle versioni Trendline (modello di accesso), Comfortline (livello medio) e Highline (versione top di gamma). La Volkswagen ha riorganizzato questa offerta, l’ha resa più trasparente e ha integrato nella dotazione di serie le funzionalità preferite dalla maggior parte degli acquirenti. D’ora in poi, la prima opzione del configuratore è rappresentata dalla versione Polo, seguita da Life, Style ed R-Line. La Polo verrà poi offerta, come in passato, anche nella versione GTI. Già nella prima variante vengono offerti fari con tecnologia Led, gruppi ottici posteriori sempre a Led, il nuovo volante multifunzione e il sistema Lane Assist. Un’ulteriore novità è rappresentata, poi, dall’airbag centrale. Questo si trova sul lato guida, in posizione laterale sullo schienale dei sedili posteriori: in caso d’incidente, si apre verso il centro e protegge il guidatore e il passeggero anteriore impedendo che urtino l’uno contro l’altro. Sul fronte della sicurezza è disponibile anche un’altra novità: un pretensionatore terminale, che tende in via supplementare la cintura di sicurezza nella zona del bacino. Inoltre, Volkswagen adesso inserisce nella dotazione base anche il Digital Cockpit (strumentazione digitale con display da 8,0 pollici). Sono sempre di serie il climatizzatore, il sistema audio Composition Media con schermo da 6,5 pollici, un’interfaccia per telefono Bluetooth, gli specchietti retrovisori esterni riscaldabili e regolabili elettricamente, l’alzacristalli elettrici su tutti i finestrini, le maniglie delle porte e gusci degli specchietti retrovisori esterni in tinta con la carrozzeria e la versione più pregiata della plancia (rivestimento in schiuma). Al livello successivo incontriamo la versione Life.

In questo caso, l’equipaggiamento prevede ulteriori dotazioni come i cerchi da 15 anziché 14 pollici, l’App-Connect, un bracciolo centrale con interfaccia USB-C supplementare al centro nel vano posteriore e il rivestimento in pelle per volante e pomello della leva del cambio di serie. Come la versione Life, anche i due nuovi allestimenti top di gamma Style e R-Line seguono un concept delle denominazioni che è stato introdotto con la Golf attuale. Sebbene presentino configurazioni che privilegiano differenti aspetti, i loro equipaggiamenti raggiungono un livello equivalente. Se con la versione Style l’attenzione si focalizza su dotazioni all’insegna dell’eleganza, con la versione R-Line è la sportività che diventa protagonista. La nuova Polo debutta in otto colori. Quelli Kings Red, Pure White, Reflex Silver e Reef Blue possono essere abbinati al tetto in Nero (Roof Pack). Come per il modello precedente, anche per la versione 2021 verranno offerte dotazioni a richiesta, grazie alle quali la vettura potrà essere perfettamente personalizzata dal cliente in base ai propri gusti.

Tra queste figurano il tetto scorrevole Panorama, i cerchi in lega leggera fino a 17 pollici, il gancio traino, il sound system beats Audio con potenza totale di 300 watt, il sistema di chiusura e avviamento automatici Keyless Access, il sistema di comando vocale, i cristalli bruniti nel vano posteriore e un pacchetto sportivo (per Style ed R-Line) comprensivo di assetto sportivo (carrozzeria ribassata di 15 mm) con differenziale elettronico a bloccaggio trasversale (XDS) e selezione del profilo di guida. La Polo di ultima generazione viene lanciata sul mercato con una gamma di quattro motorizzazioni tre cilindri (nessun diesel, almeno al lancio). I propulsori benzina disponibili sviluppano 80, 95 e 110 CV. Il motore 95 CV viene offerto a richiesta con un cambio a doppia frizione Dsg a 7 rapporti, abbinamento di serie nel caso del 110 CV. Inoltre la Polo sarà di nuovo disponibile come 1.0 TGI con un sistema di trazione monovalente metano/benzina. L’1.0 TGI eroga 90 CV.

D.V.


© RIPRODUZIONE RISERVATA