Auto in coda e caminetti

Auto in coda
e caminetti

C’era proprio bisogno di cioccolato domenica pomeriggio. Di sicuro serviva ad addolcire lo stress accumulato in auto, a causa delle code per la chiusura di viale Roma all’altezza del Sentierone.

Infatti, come al solito, l’isola pedonale centrale ha mandato in tilt il traffico. Tutti inscatolati, con generosa produzione di gas di scarico, a caccia di un parcheggio. Ricerca vana: verso le 15 i cartelli indicavano posti praticamente esauriti. Ora, preso atto che la Ztl domenicale in centro piace a tutti e che è giusto attivarla per le manifestazioni che attraggono migliaia di persone, bisognerà che l’Amministrazione comunale faccia anche dei ragionamenti su come gestirla. Piazzare solo un paio di transenne ai Propilei, presidiate dai vigili, è insufficiente.

Ed è pure ingenuo pensare che i comportamenti degli automobilisti possano cambiare da soli. Ormai si sa che il bergamasco predilige l’auto. E allora quando si chiude il centro, si metta in atto una strategia viaria che sposti i flussi d’ingresso verso parcheggi periferici non appena quelli centrali sono esauriti. Invece no: ieri nessun vigile agli incroci principali, nessuna deviazione, nessuna navetta esterna dedicata alla Fiera del cioccolato. Alla faccia dello smog. Così la chiusura, che avrebbe dovuto garantire una passeggiata salutare tra le bancarelle, ha ottenuto l’effetto contrario sull’aria del centro. Però da lunedì, mi raccomando, spegniamo i caminetti, come da ordinanza comunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA