Giovedì 12 Novembre 2009

Comark, seconda vittoria di fila
mercoledì contro Riva del Garda

COMARK-RIVA DEL GARDA 80-67
Comark: Minessi 10, Planezio, Degli Agosti, Da Ros 8, De Min 8, Reati 14, Milani 3, Demartini 22, Moruzzi 7, Zanella 8. All. Morandi.
Riva del Garda: Cristalli 7, Poluzzi 2, Bertolini 13, Loschi 3, Vignando 2, Pastori 5, Danzi 2, Scodavolpe 12, Borgna 9, Cortesi 12. All. Baldiraghi. Arbitri: Sivieri e Sticco.

Comark vincente contro Riva del Garda, nel turno infrasettimanale dell'ottava giornata del campionato di serie A dilettanti. Un successo al termine di una sfida giocata piuttosto sotto tono da entrambe le contendenti. Alla fine l'ha spuntata il team trevigliese in virtù di un' ultima frazione disputata con la dovuta intensità agonistica.

Tutto è bene, comunque, ciò che finisce bene con la Comark che ha conseguito per la prima volta, nella stagione in corso, due vittorie consecutive. La classifica, però, continua a non essere entusiasmante, figlia dei soli tre risultati positivi sin qui incamerati.

Dal match casalingo contro Riva è emerso un dato sicuramente significativo: la conferma delle qualità del regista Demartini che soltanto un paio di settimane or sono veniva indicato da qualcuno come la causa principale delle battute a vuoto della formazione orobica.

Sempre con Riva, Demartini ha totalizzato la bellezza di ventidue punti oltre, naturalmente, a guidare al meglio gli schemi offensivi. In ripresa è sembrato Zanella anche se rimaniamo dell'idea che se il pivot mantovano verrà affiancato da un altro lungo, da ingaggiare sul mercato di riparazione, la squadra di coach Simone Morandi potrà recuperare in fretta il terreno perduto.

Il rientro, dopo l'infortunio alla caviglia, di capitan Reati ha contribuito non poco a superare il quintetto gardesano determinato sin che si vuole ma lacunoso nella costruzione del gioco. Adesso la Comark dovrà confermare i recenti progressi a cominciare dal prossimo impegno in programma sabato 14 novembre. Il calendario, però, le riserva l'insidiosa trasferta di Ozzano, contro avversari partiti con il piede giusto.
 A. Z.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata