Domenica 31 Gennaio 2010

Di corsa a Montisola: Marchesi
ritenta il record dei 20.000 Km

Sabato 30 gennaio, al centro multimediale di Monte Isola, è stata presentata l’avventura che Battista Marchesi, pensionato di Sedrina, si appresta a iniziare il prossimo 14 febbraio: percorrere a piedi, in 260 giorni, più di 19.100 chilometri. Erano presenti, oltre a «Batista», protagonista dell’impresa, il sindaco Ziliani e l’assessore allo sport Mazzucchelli, in rappresentanza del Comune e il segretario dei Runners Bergamo, Zucchinali.

Il sindaco ha sottolineato l’importanza della manifestazione, che porterà Monte Isola al centro dell’attenzione nei prossimi nove mesi. Nel ricordare che l’epilogo dello scorso anno (ritiro a causa di un infortunio di Marchesi) ha lasciato un po’ di “amaro in bocca”, non solo alle autorità, ma soprattutto ai cittadini dell’isola che avevano adottato l’atleta, ha bonariamente «imposto» che il risultato finale sia uno solo: terminare positivamente l’impresa.

Il primo cittadino, nel ricordare le istituzioni interessate (la Comunità Montana dell’Alto Sebino, gli assessorati allo sport delle Province di Brescia e Bergamo e la Navigazione Lago d’Iseo), ha fatto presente che daranno il loro valido contributo per la buona riuscita dell’impresa tutte le associazioni operanti sull’isola: il gruppo Alpini e Artiglieri, il 118, la Protezioni Civile ed il gruppo Sub.

Si è detto inoltre sicuro che saranno molti i turisti richiamati per seguire dal vivo la gara. Ha preso quindi la parola Marchesi, che ha fatto presente che farà di tutto per poter mettere in atto l’imposizione del sindaco, cioè terminare positivamente l’impresa, anche se questo sarà un obiettivo difficile. Ha inoltre spiegato i motivi per cui preferisce iniziare i suoi “giri” di notte.

Innanzi tutto perché ha impostato i suoi allenamenti nelle ore notturne (questo gli ha consentito di allenarsi togliendo il meno tempo possibile alla famiglia); in secondo luogo per poter correre con condizioni climatiche ideali. “Batista” ha spiegato che le motivazioni del suo tentativo sono il piacere della corsa ed il voler mettersi in discussione all’età di 68 anni.

Per i Runners Bergamo, Zucchinali ha ricordato che il gruppo farà di tutto per poter essere a fianco del suo atleta, sia organizzando, in collaborazione con il Comune, manifestazioni sportive collaterali, sia fornendo un supporto tecnico specifico nella corsa. A conclusione della presentazione, ha preso la parola l’assessore allo Sport, che ha messo in risalto come imprese di questo genere possano avvicinare i giovani a questo sport.

A tal fine saranno proposti degli incontri con gli alunni delle scuole del territorio. Il via sarà dato il prossimo 14 febbraio, alle 11, dal campo sportivo, in località Menzino.

r.clemente

© riproduzione riservata