Lunedì 01 Marzo 2010

Atalanta: salvezza più lontana
La rimonta è ancora possibile?

La situazione sta precipitando in casa Atalanta. Si devono giocare ancora dodici giornate, ci sono 36 punti in palio, ma il ritardo dall'area salvezza è aumentato e le dirette concorrenti si stanno riducendo come numero. Ecco la dura, nuda realtà.

Senza scordare un Siena ultimo ma non ancora spacciato con i suoi 20 punti, i nerazzurri sono penultimi a quota 21 e per salvarsi devono rimontare almeno due squadre: la più vicina è il Livorno (23), mentre la Lazio è a quota 26. Ci sono dunque cinque punti di differenza con i biancoceleste, se li colmassero i bergamaschi si salverebbero per via della doppia sfida diretta (ko per 1-0 a Roma, vittoria per 3-0 a Bergamo).

La Lazio vanta però un potenziale sensibilmente superiore a quello dei nerazzurri e con Reja in panchina ci sono stati progressi notevoli, per cui è difficile pensare a un recupero dell'Atalanta sul team biancoceleste. A quota 27 ci sono Udinese e Catania. I friulani, come la Lazio, sono più forti dei nerazzurri. Domenica è in programma lo scontro diretto a Bergamo: in caso di vittoria l'Atalanta dimezzerebbe il ritardo, ma riagganciare l'Udinese continuerebbe a essere una missione quasi impossibile.

Eccoci invece al Catania, ovvero l'unica squadra sulla quale l'Atalanta può obiettivamente tentare di fare la corsa. Perché il Bologna (31) è ormai scappato. Dunque Atalanta o Catania in serie B, sempre ammettendo che il Livorno - suicidatosi domenica in casa contro il Siena - sia da considerare spacciato. Ma è tutto da vedere, intanto è a +2, anche se dovrà giocare a Bergamo.

Il problema è l'Atalanta, a -6 dal Catania, per salvarsi dovrebbe probabilmente conquistare 7 punti in più dei siciliani, valutando che - in perfetto equilibrio la doppia sfida diretta (0-0 e 0-0) - la differenza reti è per il momento favorevole, e di molto, al Catania (-4 contro -16).

È realisticamente possibile la rimonta, pensando che i siciliani sono comunque in forma (sabato 4-0 casalingo al Bari), caricati psicologicamente, hanno lo spirito guerriero di Mihajlovic e - perlomeno risultati alla mano - non si possono considerare più deboli dei bergamaschi?

L'unica ancora di salvezza dell'Atalanta potrebbe essere il calendario che le regala 7 match su 12 in casa e nessuno contro una big. Per sperare di salvarsi, dunque, Doni e compagni dovranno sfruttare al massimo il fattore campo, senza comunque dimenticare che i nerazzurri al Comunale finora hanno sovente steccato (3 vittorie, 3 pareggi e addirittura 6 ko).

Sette partite interne, ci vorranno almeno cinque vittorie (diciamo contro Livorno, Cagliari, Siena, Bologna e una tra Udinese, Cagliari e Palermo) e due pareggi per riaccendere la fiammella della speranza. Quanto alle cinque trasferte, i rapporti di forza dicono che soltanto a Parma c'è spazio per un risultato positivo. Contro Juventus (che pure non decolla), Roma, Inter e Napoli non dovrebbe esserci trippa per gatti. Ottimismo casalingo e realismo esterno parlano più o meno di 18 punti.

Il Catania è atteso invece da un calendario maggiormente uniforme: sei appuntamenti in casa (teoricamente durissima con l'Inter, dura con il Palermo, un'incognita con Fiorentina, Juventus e Genoa, favorevole con Siena) e sei in trasferta (scarse chance contro Napoli e Milan, ma può giocarsela a Cagliari, Verona, Livorno e Bologna). Quanti punti? Divertitevi voi a calcolarli.

Molto dipenderà dalle prossime quattro giornate (il 24 marzo ci sarà un turno infrasettimanale): Atalanta in casa contro l'Udinese, a Parma e al Comunale contro Livorno e Cagliari (mercoledì 24), Catania a Cagliari, in casa contro l'Inter, a Verona e in casa contro la Fiorentina. Se i nerazzurri non ridurranno sensibilmente le distanze nel prossimo mese, sarà quasi impossibile evitare la retrocessione.

IL CALENDARIO
27ª giornata
ATALANTA-Udinese
Cagliari-CATANIA
Palermo-LIVORNO
28ª giornata
Parma-ATALANTA
CATANIA-Inter
LIVORNO-Roma
29ª giornata
ATALANTA-LIVORNO
Chievo-CATANIA
30ª giornata
ATALANTA-Cagliari
CATANIA-Fiorentina
Inter-LIVORNO
31ª giornata
Juventus-ATALANTA
Napoli-CATANIA
LIVORNO-Bari
32ª giornata
ATALANTA-Siena
CATANIA-Palermo
Genoa-LIVORNO
33ª giornata
Roma-ATALANTA
Milan-CATANIA
LIVORNO-Udinese
34ª giornata
ATALANTA-Fiorentina
CATANIA-Siena
Chievo-LIVORNO
35ª giornata
INTER-Atalanta
LIVORNO-CATANIA
36ª giornata
ATALANTA-Bologna
CATANIA-Juventus
Sampdoria-LIVORNO
37ª giornata
Napoli-ATALANTA
Bologna-CATANIA
LIVORNO-Lazio
38ª giornata
ATALANTA-Palermo
CATANIA-Genoa
Parma-LIVORNO



m.sanfilippo

© riproduzione riservata