Domenica 11 Aprile 2010

Piccoli rugbysti crescono
Il Città di Bergamo al Besancon

Il maltempo riesce solo in parte a fermare più di 500 rugbysti tra i cinque e i dodici anni, scesi in campo per accaparrarsi il “6° Trofeo Città di Bergamo – Renergies Italia”; purtroppo, la pioggia caduta sulla Cittadella dello Sport, ha costretto gli organizzatori a bloccare il torneo, durante le fasi eliminatorie. La manifestazione non ha però tradito le attese di spettacolo. Gli spettatori hanno potuto apprezzare il coraggio di piccoli atleti scesi in campo sotto le intemperie per dare vita a partite fatte di placcaggi, mischie e mete rese ancora più esaltanti dal manto scivoloso. Alla fine vince la sportività, perché l'organizzazione, in accordo con i partecipanti, decide di assegnare, ad honorem, la coppa “Primo classificato – Renergies Italia” alla squadra francese dell'Olimpique Besancon che ha dovuto fare molti chilometri per giocare presentando più squadre per categoria tra i club iscritti.

Record di presenze per la provincia bergamasca che ha partecipato con sei società: Bergamo, organizzatrice, Seriate, Brembate, San Lorenzo, Zogno e i Barbarians Orobic; quest'ultimi scesi in campo con una selezione under 6 di giocatori provenienti da tutto il territorio. Proprio le famiglie bergamasche vicine al rugby hanno aderito al programma di ospitalità per dare vitto e alloggio ai francesi:”Prima di essere un confronto agonistico è un'esperienza di crescita personale” ha commentato Paolo Ferrari, presidente della Rugby Bergamo “sia per i nostri ospiti che per chi li ha accolti, superando qualsiasi barriera linguistica e culturale” Lo spirito di solidarietà traspare anche dalla presenza dei gazebo dell'Avis e degli Amici della Pediatria, ai quali va il ringraziamento del presidente della Rugby Junior, Stefano Ghisalberti:”ringrazio i presidenti dei nostri smile sponsor per la loro presenza. Inoltre lasciatemi ringraziare Giorgio Berta e Milvo Ferrandi per le infrastrutture e gli assessori allo sport, Minuti e Cottini, che sono intervenuti. Un grazie forte ai volontari e ai giocatori che hanno sfidato il maltempo”.

e.roncalli

© riproduzione riservata