Lunedì 12 Aprile 2010

Motomondiale: è subito Rossi
Vittoria in Qatar nel primo Gp

Valentino Rossi ha esordito nella stagione 2010 della MotoGp con una vittoria che lo proietta subito al comando della classifica iridata. E dire che al via del Gran Premio del Qatar i presupposti per il quarto successo di fila per Casey Stoner c'erano tutti. L'australiano della Ducati, dominatore delle due serate di prove e qualifiche ed anche del warm up, parte male, ma si riprende immediatamente la testa della corsa. Ma quando sembra poter prendere il largo, ecco la caduta che nessuno si attende, su quella pista di Losail che tanto si addice al suo stile di guida.

Pronto ad approfittarne, ovviamente, il «Dottor» Rossi che rintuzza gli attacchi portatigli prima da Hayden e poi da Dovizioso, a lungo sul podio, per poi vedersi soffiare il secondo gradino all'ultimo giro da Jorge Lorenzo con la seconda Fiat Yamaha. Mentre Dovizioso, sfruttando la maggiore potenza del suo motore Honda, brucia allo sprint la Ducati di Hayden.

Parte male Stoner che si trova quarto dietro al compagno di squadra Hayden a Rossi e a un Pedrosa partito a razzo. Ma già dopo due giri l'australiano della Ducati è davanti a tutti. Casey allunga, mentre dietro è battaglia tra Rossi, Pedrosa, Hayden, Dovizioso, con Lorenzo, leggermente staccato.

Al quinto giro il colpo di scena: Stoner, che era passato sul traguardo con 2" di vantaggio sul plotoncino di inseguitori, finisce per terra e gara finita per lui. Si forma così un terzetto al comando con Rossi davanti, quindi Dovizioso che passa Hayden. Più staccati Lorenzo, Pedrosa, Spies e De Puniet. Il «Dottore» prende mezzo secondo di vantaggio sul forlivese e il ragazzo del Kentucky, in battaglia tra di loro.

A sette giri dalla fine, i due si riportano sulla Fiat Yamaha numero 46; mentre alle loro spalle, Spies con la Yamaha del team Monster Tech3 raggiunge la Fiat Yamaha 99 di Jorge Lorenzo, in lotta per la quarta piazza. Dovizioso riesce anche a passare Rossi sulla linea del traguardo a sei tornate dal termine, ma Valentino riallunga, mentre Dovizioso deve guardarsi le spalle dalla Ducati di Hayden che lo passa anche per un momento.

Nel frattempo ai due si avvicina Lorenzo, con Spies un po' indietro, preannunciando un finale incandescente. A due giri dal termine il mallorchino si porta in seconda posizione. Mentre dietro Hayden passa Dovizioso, ma all'arrivo, dietro all'impennata vincente di Rossi, ed al secondo posto del compagno Lorenzo, per una doppietta del Team Fiat Yamaha, c'è il rush finale vincente di Dovizioso che conquista il terzo gradino del podio ai danni di Hayden.

Quinto posto a 4" per Ben Spies che alla fine ha tirato i remi in barca, non avendo più gomme. Sesta posizione Per Dani Pedrosa, ancora deludente con la sua Repsol Honda Hrc a 16: Tre secondi più indietro un terzetto che chiude la «top ten» con la Monster Yamaha Tech3 di Colin Edwards, davanti alla Rizla Suzuki di Loris Capirossi che festeggia così il suo 300° Grand Prix e alla Honda Interwetten di Hiroshi Aoyama.

Undicesimo Marco Simoncelli al suo debutto nella MotoGP con la San Carlo Honda Gresini; tredicesimo il suo compagno di squadra Marco Melandri. Prossimo appuntamento il 25 aprile con il Gp del Giappone con Rossi già primo a quota 25 punti e Stoner a zero.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata