Domenica 30 Maggio 2010

Mercato: l'Atalanta è ferma
e gli altri bussano alla porta

D'accordo, prima c'è da scegliere l'allenatore. E prima ancora devono essere definiti l'assetto societario e la proprietà, passaggi cruciali verso la prossima stagione che a breve dovrebbero essere definiti come hanno lasciato trasparire nei giorni scorsi alcuni dirigenti nerazzurri (il consigliere Aldo Arizzi e il «mago» del settore giovanile Mino Favini hanno spiegato che «l'impressione è che si chiuda a breve»).

Però, terminata la stagione, il calciomercato tiene banco per contratto: se in entrata è ancora troppo presto per intuire gli scenari, in uscita, in effetti, i rumours hanno già cominciato a rincorrersi. La discesa in serie B rende infatti quasi scontata la partenza di qualche pezzo pregiato e in vetrina ci sono innanzitutto Valdes e Guarente.

Il cileno interessa da tempo allo Sporting Lisbona del neodirettore sportivo Costinha e, dopo che nelle scorse settimane era stato fatto anche il nome del Milan, nelle ultime ore è spuntata la pista Parma, che sembra potere essere verosimile: il club ducale potrebbe puntare sul pajarito soprattutto se non dovesse riuscire a tenere i vari Dzemaili, Galloppa e Valiani.

Anche il centrocampista toscano ha molto mercato: il Napoli è da tempo la società che ha mostrato maggior interesse e resta in pole position, anche se la lista delle pretendenti è lunga e comprende Udinese e Juventus, con la Vecchia Signora che si era già informata a gennaio e potrebbe tornare in auge dopo l'arrivo in panchina di Del Neri, il tecnico che l'aveva lanciato. Da non trascurare, in ogni caso, la pista inglese, con il West Ham e il Manchester City di Mancini in prima fila.

Un altro giocatore che fa gola a diverse squadre è Manfredini: il difensore ha di recente affermato che resterebbe anche in caso di serie B, ma non è un mistero che diversi club siano alla finestra. Primo fra tutti il Milan, con il quale il centrale sarebbe dovuto andare in tournée negli Usa, ma anche lo stesso Parma, che si è fatto sotto di recente.

A proposito di amichevoli negli Stati Uniti, Padoin si è aggregato alla Juventus e non è detto che il matrimonio non possa continuare, soprattutto considerando la presenza di Del Neri. Sulla lista della spesa di diversi club anche i vari Tiribocchi, Garics, Talamonti, data per scontata la partenza dei giocatori il cui prestito è terminato e non verrà rinnovato, vale a dire Chevanton, Volpi e Zanetti (per Ceravolo, invece, potrebbe essere utilizzata l'opzione del riscatto della comproprietà).

In forse De Ascentis, il cui contratto è in scadenza, oltre che Doni, che deciderà se continuare un altro anno oppure appendere le scarpette al chiodo. A proposito di contratti, scade nel 2011 quello di Ferreira Pinto, Amoruso e Bianco e a breve sono attese indicazioni per un possibile rinnovo, con la questione del brasiliano in evidenza.

Per quanto riguarda le comproprietà, restano in ballo quelle di Lazzari con il Cagliari e di Schelotto con il Cesena, oltre quelle con l'AlbinoLeffe, con Cisse che potrebbe anche fare ritorno all'ovile. Quanto agli acquisti, è ancora troppo presto anche per le voci, almeno finché non si farà chiarezza sul capitolo società: i nomi di Luigi Giorgi dell'Ascoli e del vecchio pallino Francesco Ruopolo dell'AlbinoLeffe sembrano per adesso solo fantamercato. Dopotutto, però, ogni tipo di discorso, a questo punto, è ancora prematuro, almeno finché non si capirà cosa faranno i Ruggeri.
 Matteo Spini

m.sanfilippo

© riproduzione riservata