Domenica 06 Giugno 2010

Al Mugello trionfa Pedrosa (Honda)
«Vale torna, sei un campione»

Doppietta spagnola e vittoria di Daniel Pedrosa (Honda) nel Gran Premio d'Italia classe MotoGp, quarto appuntamento del Motomondiale. Sul circuito del Mugello, Pedrosa, scattato dalla pole position, ha dominato la gara e ha preceduto di 4"014 il connazionale e leader della classifica iridata Jorge Lorenzo (Yamaha) e di 6"196 l'altra Honda ufficiale di Andrea Dovizioso.

Quarto posto a 25"703 poi per l'ustraliano Casey Stoner (Ducati), che ha beffato in volata Marco Melandri (Honda Gresini) e il francese Randy De Puniet (Honda Lcr). Nono posto a 41"394 per Marco Simoncelli (Honda Gresini) e decimo posto a 42"107 per Loris Capirossi (Suzuki).

Alla gara, come noto, non ha partecipato il campione del mondo Valentino Rossi (Yamaha), che nella caduta di sabato nelle libere ha accusato la frattura scomposta ed esposta di tibia e perone della gamba destra e che dovrà osservare 4-5 mesi di stop. Lorenzo guida sempre il Mondiale con 90 punti, a +25 su Pedrosa e a +29 su Rossi.

«Abbiamo avuto anche un po' di fortuna, ma abbiamo trovato anche una buona messa a punto - commenta Pedrosa -. Ho sentito che potevo andare veloce sin dall'inizio di gara e ci ho provato. Abbiamo sempre tanti problemi che arrivare primi è una grande sensazione, spero che anche i tifosi di Valentino siano contenti della mia vittoria».

A Rossi manda un saluto: «Spero che l'operazione sia andata bene, tieni duro, sono sicuro che torni perché sei un campione». Per quanto riguarda la lotta per il titolo, «è difficile recuperare su Lorenzo, se io riesco a fare una buona gara lui magari fa secondo o terzo, bisognerà essere molto costanti in tutti i Gran Premi».

Ordine d'arrivo
1. Dani PEDROSA (Spa) Honda, in 1'48"819.
2. Jorge Lorenzo (Spa) Yamaha, a 4"014.
3. Andrea Dovizioso (Ita) Honda, a 6"196.
4. Casey Stoner (Aus) Ducati, a 25"703.
5. Marco Melandri (Ita) Honda, a 25"703.
6. Randy De Puniet (Fra) Honda, a 25"965.
7. Ben Spies (Usa) Yamaha, a 28"806.
8. Aleix Espargaro (Spa) Ducati, a 40"172.
9. Marco Simoncelli (Ita) Suzuki, a 41"394.
10. Loris Capirossi (Ita) Suzuki, a 42"107.
11. Hiroshi Aoyama (Jpn) Honda, a 43"095.
12. Hector Barbera (Spa) Ducati, a 43"363.
13. Colin Edwards (Usa) Yamaha, a 1'14"393.
14. Alvaro Bautista (Spa) Suzuki, a 1'24"389.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata