Mercoledì 30 Giugno 2010

Atalanta: «È del Gruppo Percassi»
Colantuono: «Bergamo, casa mia»

La conferenza stampa di presentazione di mister Stefano Colantuono si è aperta con un annuncio ufficiale da parte del suo presidente, Antonio Percassi, sull'assetto societario: «Da un'ora il Gruppo Percassi possiede il 70 per cento dell'Atalanta: abbiamo definito il passaggio della squadra con la famiglia Ruggeri».

Chiuso l'inciso, tutt'altro che di secondaria importanza, Percassi è subito passato alla presentazione dell'allenatore: «Sapevo che trovare l'allenatore era complicato, ma non ho avuto dubbi: ho subito pensato a Colantuono, e gli ho chiesto se era disponibile a tornare. Mi sono sentito rispondere: "Amo l'Atalanta, i tifosi, la città: non vedo l'ora"». «A quel punto - ha concluso Percassi - ho capito che era l'uomo giusto».

«Bergamo? È casa mia - ha aggiunto subito dopo Colantuono in conferenza stampa -  quelli passati qui sono stati due anni intensi, e questa volta non ci ho neppure pensato, non ho avuto il minimo dubbio. Non vedo l'ora di ricominciare».

Prima di parlare del futuro, Colantuono ha voluto soffermarsi un attimo sul passato: «Devo ringraziare la famiglia Ruggeri, tutta la famiglia, perché mi hanno fatto conoscere questa realtà».

Rispondendo alle domande dei giornalisti Colantuono ha parlato dell'obiettivo dell'Atalanta: «Dobbiamo cercare a tutti i costi di raggiungerlo, ma per scaramanzia non lo nominerò mai».

Parlando del mercato, Percassi e Colantuono hanno confermato che si sta cercando di affrontarlo nel modo migliore possibile, per avere la squadra più competitiva. «L'idea - ha aggiunto Colantuono - è quella di mantenere l'intelaiatura esistente, senza aspettarsi grossi cambiamenti. Se ci saranno partenze importanti (Percassi poco prima aveve ricordato che per alcuni nomi può esserci l'interesse di squadre di A, ma anche dall'estero) si cercheranno sostituti di pari livello, come per Guarente».

E il campionato? «Sarà difficile - ha detto Colantuono -: con una squadra come l'Atalanta sarebbe più facile salvarsi in A che essere promossi in B. Ma ci muoveremo con questo obiettivo».

In apertura di conferenza stampa - nella sala Traini del Credito Bergamasco, che sarà sponsor del settore giovanile - il direttore generale del Creberg, Giorgio Papa, ha confermato che la banca ha scelto di stare vicino soprattuto ai giovani nerazzurri, un investimento per il futuro della squadra.

Il conto alla rovescia per il calcio d'inizio:
La squadra tornerà a Bergamo fra l'8 e il 9 luglio per test e visite mediche, prima di partire per il ritiro di Bratto-Rovetta nella tarda mattinata di domenica 11 luglio, subito dopo la presentazione ufficiale alla tifoseria che verrà effettuata all'interno dello stadio comunale.

Doni & C. rimarranno ai piedi della Presolana per tre settimane, e per il momento sono due le amichevoli fissate: domenica 18 luglio, a Clusone, contro una rappresentativa del distretto del commercio dell'Alta Val Seriana e di Clusone.

Mercoledi 21, a Rovetta, i nerazzurri se la vedranno invece con una rappresentativa di dilettanti bergamaschi mix Eccellenza e Promozione.

L'esordio ufficiale stagionale è fissato per domenica 22 agosto, quando scatterà il campionato di serie B (che terminerà dopo 42 partite il 29 maggio 2011). Quello in Coppa Italia è invece previsto al terzo turno, in programma il prossimo 22 settembre.

La presentazione ufficiale di Stefano Colantuono, con le dichiarazioni più importanti rilasciate ai giornalisti dal nuovo allenatore dell'Atalanta e dal presidente nerazzurro Antonio Percassi, sarà trasmessa questa sera dalle 21.30 su Bergamo Tv (canali 25-40 digitale terrestre) e Bergamo Sat (canale 950 Sky).

r.clemente

© riproduzione riservata