Giovedì 05 Agosto 2010

Colantuono, la sfida col Cagliari
importante per valutare la squadra

Alla ripresa degli allenamenti a Zingonia, dopo la gara con il Siviglia di sabato scorso nell'ambito del Trofeo Bortolotti, Stefano Colantuono fa il punto della situazione. «Sin qui - dice il mister - la preparazione si è svolta sotto i migliori auspici. Nel corso delle tre settimane in Val Seriana i giocatori si sono sottoposti a carichi di lavoro molto importanti. Da adesso caleremo in intensità anche se l' impegno sarà ugualmente notevole».


IL TURNO DI COPPA ITALIA?
«Ovvio che l' obiettivo è quello di passare il turno. Ciò consentirebbe di proseguire al meglio la programmazione in avvicinamento all'inizio del campionato. Poi rimanere il più a lungo possibile in questa competizione rappresenterebbe una motivazione da non sottovalutare»

L'AMICHEVOLE DI SABATO CON IL CAGLIARI
«Si avrà l'opportunità di dar seguito all'incontro con il Siviglia sotto molteplici aspetti. Il Cagliari, del resto, è formazione di serie A, per cui andrà affrontata in maniera adeguata. Interessante sarà valutare la crescita a livelo individuale e della manovrà di squadra, senza escludere il punto di vista fisico»

QUALI LE CANDIDATE ALLA PROMOZIONE IN SERIE A?
«Oltre a noi elencherei Siena, Sassuolo, Livorno e Torino, quest' ultimo tuttora in fase di assemblaggio. Occhio, come sempre, perché nel campionato di B ci sono le classiche sorprese: una su tutte potrebbe essere la Reggina».

COMPLIMENTI ALLA SOCIETA' E AI TIFOSI
«Valore aggiunto, parlando di noi, è rappresentato dalla carica e dall'entusiasmo sostenuto dalla dirigenza e raccolto subito dai supporters. Operando in tal modo si è messa da parte, a tempo di record, l'amarezza per la retrocessione. Sicuramente ne terremo conto».

Arturo Zambaldo

r.clemente

© riproduzione riservata