Martedì 31 Agosto 2010

Atalanta: per Giaccherini è dura
Il mercato chiude oggi alle 19

Stasera alle 19 il mercato chiuderà i battenti. L'Atalanta vorrebbe regalarsi l'ultimo botto, ma sarà molto dura. È infatti difficilissimo che Emanuele Giaccherini possa arrivare a Bergamo. Il Cesena infatti non lo vuole cedere. Dunque la trattativa è complicata, anche se l'Atalanta ci proverà fino all'ultimo.

Oggi a Milano è atteso l'agente di Giaccherini, Furio Valcareggi. In agenda c'è già un appuntamento con Atalanta e Cesena, ma l'affare è molto complicato. L'allenatore dei romagnoli Ficcadenti ha posto il veto sulla cessione dell'esterno d'attacco e dopo la bella prova di sabato contro la Roma strapparlo sarà ancora più difficile.

Ma c'è di più. Ieri è emerso un particolare non trascurabile: il Cesena venti giorni fa ha ritoccato il contratto di Giaccherini (che scadrà nel 2012) aumentando in maniera consistente l'ingaggio (pare che ora superi i 300 mila euro). Dunque per l'Atalanta si profila un'operazione molto costosa, perché per il cartellino serviranno 3-3,5 milioni di euro e un paio di milioni (lordi) per il triennale da offrire al giocatore.

Ma la società bergamasca è intenzionata a provarci fino all'ultimo: se Giaccherini non arriverà a Bergamo sarà solo perché il Cesena non sarà disposto a cederlo. Nell'operazione potrebbe rientrare Ivan Radovanovic e un esterno a scelta tra Fabio Ceravolo e Marino Defendi.

Ma la situazione è bloccata e al momento è più facile che resti tale piuttosto che si sblocchi. Questi sono anche i segnali arrivati dall'entourage atalantino e anche da quello del giocatore, tutt'altro che ottimisti. Tant'è che ieri è rimbalzata la voce che l'Atalanta abbia sondato il terreno per Luigi Giorgi, 23 anni, esterno offensivo dell'Ascoli (può giocare a sinistra o a destra), già in gol contro il Modena. Nel caso non sarebbe escluso uno scambio con Defendi o Ceravolo che potrebbero percorrere il tragitto opposto.

Sul fronte partenze ancora calma piatta per Nicola Amoruso e Michele Marconi. Il primo aspetta sempre una chiamata dalla serie A e finora ha rifiutato le proposte di Grosseto e Livorno, mentre il secondo oggi potrebbe trovare una sistemazione, in serie B o Lega Pro. È probabile che per entrambi si decida sul filo di lana.

Radovanovic, come detto, potrebbe rientrare nell'operazione con il Cesena, casomai si sbloccasse. In corsa per il centrocampista serbo, che a Bergamo si sente chiuso dall'arrivo di Carmona e che vorrebbe giocare con maggiore continuità, c'è anche la Reggina, ma l'Atalanta sta valutando se sia proprio inevitabile lasciar partire un giocatore che potrebbe ancora essere molto utile a Bergamo.
 G. M.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata