Sabato 16 Aprile 2011

Coppa Italia: la Foppa in finale
Domenica sfida Villa Cortese

NORDA FOPPAPEDRETTI-SCAVOLINI PESARO 3-2
Parziali: 33-35, 22-25, 25-22, 25-23, 18-16.
NORDA FOPPAPEDRETTI: Bosetti 11, Arrighetti 13, Ortolani 16, Piccinini 28, Nucu 14, Lo Bianco 1, Merlo (L), Fanzini, Vasileva 9, Signorile 1. Non entrate: Zambelli, Carrara. All. Mazzanti.
SCAVOLINI PESARO: S. Usic 19, Manzano 9, Flier 33, Saccomani 19, Guiggi 14, Ferretti 3, De Gennaro (L), M. Usic, Pascucci, Micheletti (L). Non entrate: Olivotto, Gasimova. All. Tofoli.
Arbitri: Rapisarda (UD) e Pessolano (SA).
Note: spettatori 3.753. Durata set: 37', 26', 28', 27', 20', totale 138'. Foppapedretti: battute sbagliate 8, vincenti 2, muri 18, seconda linea 4, errori 24. Scavolini: b.s. 13, v. 2, m. 14, s. l. 4, e. 30.

Splendida impresa della Norda Foppapedretti Bergamo che a Catania, nella Final four, ha conquistato la qualificazione alla finale di Coppa Italia femminile di pallavolo piegando la Scavolini Pesaro per 3-2 dopo essere stata sotto per 2-0. Domenica l'atto decisivo contro Villa Cortese.

Più che un match di pallavolo è stata una maratona dal momento che Foppa e Scavolini hanno lottato per due ore e 18 minuti. Interminabile il primo set, vinto dalle marchigiane per 35-33. Quando la Scavolini si è imposta anche nel secondo parziale per 25-22, la situazione per le bergamasche è diventata molto delicata.

Invece la squadra allenata da Mazzanti ha reagito con grandissimo carattere e con la classe, sia pure a sprazzi, delle sue campionesse. Terzo set in cassaforte con il punteggio di 25-22, quarto idem per 25-23 (ma la Foppa era sul 3-8) e nel tie-break le bergamasche non hanno molllato completando la loro formidabile rimonta con un sofferto 18-16.

Domenica 17 aprile la finale alle ore 18 (diretta su RaiSport1) contro la Carnaghi Villa Cortese che in serata ha superato senza problemi la Yamamay Busto Arsizio 3-0 (25-19, 25-23, 25-22). Si ripeterà così la finale del 2010 che vide Villa Cortese prevalere sulla Foppa per 3-2.

LA PAROLA AI DUE TECNICI
Paolo Tofoli (Allenatore Scavolini Pesaro): «C'è grosso rammarico perché dopo i primi due set giocati molto bene ci siamo un po' persi nel terzo permettendo a una squadra esperta come Bergamo di rientrare nel match. Anche stasera abbiamo commesso qualche ingenuità di troppo, siamo una squadra giovane e purtroppo pecchiamo ancora di inesperienza nei momenti decisivi delle partite. Dobbiamo crescere non tanto tecnicamente quanto nell'attenzione nelle fasi cruciali di queste grandi sfide».

Davide Mazzanti (Allenatore Norda Foppapedretti Bergamo): «Sono molto soddisfatto del risultato, abbiamo giocato una gara di eccezionale intensità e siamo stati bravissimi nel rialzarci dopo due set in cui abbiamo fatto molta fatica in attacco. Questa incapacità di essere concreti in fase offensiva ci ha messo in crisi, ma dal terzo set in poi abbiamo preso coraggio rischiando di più nei fondamentali-punto e siamo riusciti a gestire meglio la gara. È stata una vittoria di squadra, ma ancora non abbiamo fatto niente, domenica c'è la finale».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata