Venerdì 19 Agosto 2011

Chiappero: «Siamo delusi
Ma ci difenderemo ancora»

«Mi aspettavo un risultato diverso, io e i miei colleghi siamo rimasti naturalmente molto delusi da questa sentenza che non capiamo». Così uno dei legali difensori dell'Atalanta, Luigi Chiappero, in collegamento telefonico con Sky Sport 24.

«Se le cose fossero andate normalmente l'assoluzione di Manfredini avrebbe dovuto comportare la riduzione di punti, visto che il conteggio era stato fatto per le responsabilità oggettive dei due giocatori. Venendo meno uno di questi addebiti, doveva esserci la riduzione di almeno 2-3 punti - spiega l'avvocato Chiappero -. Il nostro obiettivo era quello di dimostrare l'assoluta estraneità non solo di Manfredini, ma anche di Doni. Continueremo a inseguire questo risultato nelle sedi che sono ancora previste».

Chiappero proprio non comprende la decisione della Cgf che ha assolto Manfredini, ma ha confermato le sanzioni per Doni e per l'Atalanta. «Potrebbe esserci un errore tecnico, perchè non credo che potesse essere riformata in peggio la richiesta della procura federale, non c'erano neanche contro-parti, quindi credo che sarebbe stato legittimo aspettarsi una diminuizione della penalizzazione sulla base del conteggio che era stato fatto nella sentenza di primo grado. Bisogna comunque aspettare le motivazioni per capire cosa sia avvenuto, certamente l'obiettivo resta quello iniziale, ovvero chiedere la piena assolutoria perchè riteniamo questi sei punti di penalizzazione privi di alcun supporto sia per il coinvolgimento di Manfredini che per quello di Doni, il quale non risulta in nessuna intercettazione. Credo che davvero abbiamo molto argomenti per difenderci».

«Vedremo quali saranno le motivazioni delle sentenze, poi decideremo come muoverci - ha proseguito l'avvocato Chiappero -. Credo che la strada da percorrere sia quella del Tnas in sede arbitrale, ma è ancora prematuto parlarne, valuteremo insieme ai colleghi. Intanto mi auguro che ci pensi Manfredini a fare giustizia con due salvataggi sulla linea che annullino questi sei punti di penalizzazione».

e.roncalli

© riproduzione riservata