Martedì 30 Agosto 2011

A Rogno il Memorial Fardelli
Una sfida con 19 nazioni

E' stata presentata nella sala Viterbi della sede della Provincia di Bergamo la 7° edizione del Memorial Fardelli, gara ciclistica internazionale a cronometro, che si disputerà a Rogno domenica 4 settembre. A fare gli onori di casa è stato l'Assessore alla Caccia, Pesca e Sport Alessandro Cottini; la Fci era rappresentata dal Presidente provinciale Michele Gamba, mentre a nome del comitato organizzatore, gestito da Beppe Manenti, hanno preso parola il Sindaco di Rogno Dario Colossi e Ottorino Fardelli, padre di Davide a cui è intitolata la manifestazione. Ospite d'onore è stato Felice Gimondi, grande amico degli organizzatori.

Ecco in sintesi il programma della competizione.


Rogno vivrà un'intesa giornata di ciclismo, dato che la prima categoria che scenderà in strada sarà quella delle Donne Allieve alle 9 e per ultimi saranno al via gli Elite/ Under 23 alle 16.15. In questo spazio di tempo gareggeranno anche gli Allievi (9.40), Donne Junior (10.15), Juniores (11.40), Hand Bike (13) e Donne Elite (13.40).

Il percorso, che attraverserà il paese di Rogno, misura esattamente 7,850 km: gli Allievi di entrambe le categorie lo percorreranno una volta, Donne Junior e Juniores due, mentre i più grandi passeranno per ben tre volte sotto il traguardo. Con gli anni il Memorial Fardelli ha saputo guadagnarsi prestigio all'interno del mondo delle due ruote, diventando un vanto per la federazione ciclistica di Bergamo, sia per la qualità e la provenienza dei partenti, che per la formula della cronometro, disciplina tanto bistrattata negli ultimi anni.

Anche per il 2011 ai nastri di partenza del Fardelli troveremo corridori provenienti da tutto il mondo. Saranno infatti ben 19 le nazioni rappresentate al via (Albania, Australia, Bielorussia, Corea del Sud, Croazia, Danimarca, Estonia, Germania, Inghilterra, Italia, Kirghizistan, Messico, Moldavia, Repubblica Ceca, Russia, Slovenia, Svizzera, Ungheria, Usa): mancheranno solo corridori africani, visto che ci saranno atleti provenienti da Europa, America, Asia e Oceania. Un cast di eccellenza dunque prenderà parte alla corsa orobica, con 4 campioni continentali e 22 campioni nazionali.

“E' un nostro fiore all'occhiello – ha affermato Gamba – E' stata una sfida fare un cronometro proprio quando non le faceva più nessuno. Dopo 7 anni ormai è una competizione mondiale e una scommessa vinta. Per l'anno prossimo le seconde domeniche del mese di aprile, maggio, giugno e luglio, l'attività su strada dovrebbe essere sostituita da pista, ciclocross e cronometro, dalla categoria degli esordienti agli juniores.

“Sette anni e mezzo fa ci siamo trovati per ricordare al meglio Davide, un amico, anche se non ho avuto la fortuna di conoscerlo: in sella siamo tutti uguali e tutti amici! - ha aggiunto Felice Gimondi - Bisognerebbe dedicare più tempo ai giovani ciclisti e alla disciplina della cronometro. La scelta della famiglia Fardelli è stata esatta, perché gli italiani a cronometro devono crescere, come dimostrano le sconfitte dei nostri nei grandi giri”. “

Una gara di questo tipo era nei sogni di Davide e noi l'abbiamo organizzata – ha affermato papà Fardelli – Sarà un grande successo, grazie al lavoro di Manenti e di Gimondi”.

Simone Masper

e.roncalli

© riproduzione riservata