Martedì 11 Ottobre 2011

Fortunato: «Ci manca il leader
ma non mi sento in discussione»

Martedì l'AlbinoLeffe di Daniele Fortunato ha ripreso gli allenamenti al centro sportivo di Verdello. La squadra è attesa sabato alla delicata trasferta contro il Sassuolo a Modena.

Squadra divisa in due gruppi ed esercitazioni di tipo atletico per la Celeste, mercoledì attesa dall'amichevole delle 17 contro la Cortenuovese al nuovissimo centro sportivo di Cortenuova, che inaugura proprio mercoledì contro la squadra allenata da Fortunato.

Indisponibili: sabato il tecnico celeste farà a meno di Cisse squalificato. Proprio l'attaccante guineano martedì si è allenato a parte per una contusione alla spalla sinistra. Tutti gli altri giocatori sono a disposizione di Fortunato e si sono allenati regolarmente con il gruppo.

Daniele Fortunato ha tenuto la consueta conferenza stampa prima dell'allenamento, conferenza stampa dove hanno tenuto banco la sconfitta pesante contro il Livorno e l'atteggiamento della squadra.

«Il presidente - ha detto - è convinto di quello che stiamo facendo. Mi sta sicuramente aiutando tanto. Solo 3 giorni prima avevamo avuto ottime risposte, ma solo dopo 2 minuti ho capito che non c'eravamo. Preferisco pareggiare due partite di fila, piuttosto che perderne una e vincerne un'altra: sarà anche un punto in meno, ma preferisco la continuità. Abbiamo fatto bene 6 gare su 9, al di là del risultato. E qualcosa quindi questi ragazzi dentro ce l'hanno. Ma quando cadiamo, cadiamo proprio male, senza reazione. Il presidente è andato via? L'ultimo quarto d'ora va sempre via. Il presidente e io ci sentiamo sempre, la società mi è sempre vicina. Le parole del presidente e del direttore sportivo di questi giorni mi hanno confortato molto».

«Mi sento in discussione? Affatto. Meno male che quando prendiamo tante reti, perdiamo. Noi andiamo avanti a giocare sempre nello stesso modo sullo 0-1, 0-2, 0-3… Non c'è una reazione. Dobbiamo proprio migliorare. Ha rovinato la nostra media giocare con Pescara e Livorno, 9 reti in 2 gare. Penso che non si possa perdere 4 a 0 in casa. Io non chiedo giocatori quando ho parlato del fatto che mi manca un leader: non ho chiesto giocatori con il mercato aperto, figurarsi ora. Noi ce li abbiamo questi giocatori, ne sono convinto. E questi giocatori devono tirarlo fuori questo aspetto. Perché, ripeto, noi giocatori del genere, cioè in grado di essere leader, li abbiamo».

L'analisi della gara contro il Livorno di Daniele Fortunato

a.ceresoli

© riproduzione riservata