Domenica 16 Ottobre 2011

Il Giro passerà in Bergamasca
15ª tappa in Valcava e Valtaleggio

Il 95° Giro d'Italia passerà anche in Bergamasca. Gli appassionati potranno infatti vedere da vicino i campioni delle due ruote durante la quindicesima tappa del 20 maggio 2012, la Busto Arsizio-Lecco-Pian dei Resinelli di 172 chilometri che prevede un passaggio a Valcava, Val Taleggio e la Culmine di San Pietro.

Il Giro partirà da Herning, in Danimarca (dove si svolgeranno le prime tre tappe), il 5 maggio 2012 e si concluderà a Milano il 27 maggio. È la decima volta che il Giro prende il via da una località estera, a conferma della sempre maggiore internazionalizzazione della più importante gara ciclistica italiana. Una corsa rosa particolarmente apprezzata da gran parte dei ciclisti intervenuti oggi a Milano alla presentazione ufficiale della gara che, praticamente all'unisono, hanno decretato il buon lavoro fatto dall'organizzazione nel preparare un percorso difficile e accattivante, con meno salite rispetto allo scorso anno (quasi tutte concentrate nell'ultima settimana), più tappe per velocisti e meno trasferimenti.

L'8 maggio la carovana rosa, dopo il primo giorno di riposo, ripartirà dall'Italia e precisamente da Verona, dove si terrà una cronometro a squadre di 32 km. Il giro proseguirà quindi con la tappa in linea dedicata ai velocisti sulle sponde dell'Adriatico, tra Modena e Fano e con una frazione vallonata e nervosa, con la presenza di alcune strade in sterrato, tra Urbino e Porto Sant'Elpidio. Impegnativa anche la tappa numero sette tra Recanati e Rocca di Cambio, la prima tappa con l'arrivo in salita. Il punto più a Sud raggiunto dalla corsa rosa sarà Lago Laceno, in provincia di Avellino, località di arrivo della tredicesima tappa al termine di una salita impegnativa.
Il giorno successivo, frazione riservata ai velocisti, con la carovana rosa che

da San Giorgio del Sannio tornerà verso Nord per raggiungere Frosinone. Martedì il Giro abbandonerà il Lazio per giungere ad Assisi, e poi si dirigerà verso il Tirreno con gli arrivi di Montecatini, Sestri Levante (tappa adatta alle imboscate) e Cervere. Sabato 19 maggio una tappa inedita che da Cherasco giungerà a Cervinia (205 km).

Sarà la Grignetta ad accogliere l'arrivo dei ciclisti del Giro d'Italia nella tappa del 20 maggio 2012. Per la prima volta dopo cinquant'anni, la carovana rosa salirà fino ai Piani Resinelli, 1278 metri. L'arrivo ai piedi della Grignetta aprirà una settimana di salite mozzafiato per i ciclisti del Giro, che affronteranno nei giorni seguenti le Dolomiti e le Alpi Lombarde con le salite a diversi passi tra cui il passo Giau (e il successivo arrivo a Cortina d'Ampezzo nel corso della diciassettesima tappa), il Passo Duran, l'Alpe di Pampeago (scalata due volte nella diciannovesima tappa), il Mortirolo (in un versante inedito), e la cima Coppi sul Passo dello Stelvio a 2.758 metri, entrambi protagonisti della penultima tappa, quella che dalla Val di Sole porterà allo Stevio. L'ultimo giorno, classica cronometro finale di 31 km per le strade di Milano, con partenza dal Castello Sforzesco e l'arrivo in piazza Duomo

e.roncalli

© riproduzione riservata