Domenica 06 Novembre 2011

Bergamo torna sulla Formula 1
Ceccon, test con la Toro Rosso

Correre più veloce degli avversari e rincorrere un sogno. Quello di Kevin Ceccon 18 anni di Costa Volpino - per tutti Cek, astro nascente dell'automobilismo - è diverso da quelli degli altri ragazzi: si chiama Formula 1. Lui che non ha ancora la patente, ma vanta un curriculum da invidia, c'è sempre più vicino: un anno fa si affacciava nel gotha del volante internazionale, poi una stagione di apprendistato in AutoGp si è trasformata in un trionfo e con esso è arrivata la Gp2 e, ora, la chiamata più attesa.

Per adesso, si tratta dei rookie test in programma tra il 15 e il 17 novembre ad Abu Dhabi, ma una cosa così, a 18 anni, l'aveva raggiunta Vettel, per fare un esempio. Ma ora, la Toro Rosso ha chiamato il ragazzo nato il 24 settembre 1993, che tra una decina di giorni inizierà ad accarezzare il proprio sogno. Nel mentre, proprio per non farsi mancare nulla, Cek - con la scuderia Coloni - prenderà parte alla finale di Gp2, in programma sempre ad Abu Dhabi il prossimo weekend: dopo avere già gareggiato nella «serie B» della Formula 1 a Monte Carlo, Barcellona, Valencia e Silverstone, è il momento di un ulteriore guizzo, nella gara secca che rappresenterà poi un anticipo della stagione 2012.

E l'obiettivo del baby di Costa Volpino è proprio prendere parte all'intero prossimo campionato di Gp2, magari impressionando un po' tutti nel primo test in Formula 1: Ceccon si metterà al volante della Toro Rosso i prossimi 16 e 17 novembre, in una staffetta con il monegasco Stefano Coletti, che scenderà in pista il 15. «Non mi sembra vero - commenta il bergamasco -, ma in realtà questo traguardo è frutto del tanto lavoro portato avanti in questi mesi. La Formula 1 è il sogno che ho da quando, a sei anni, iniziai con i kart: poi si è trasformato in un obiettivo, ma sinceramente non mi aspettavo di raggiungerlo così presto». Come affrontare i test di Abu Dhabi? «Senza montarmi la testa, con la voglia di imparare e di affrontare piloti più esperti di me, su una pista vera, in un contesto vero».

Con la speranza, più in là, di sedersi stabilmente su una monoposto di Formula 1: «Intanto, spero di riuscire a partecipare alla Gp2 nel 2012, magari centrando un risultato positivo, anche un podio, nella finale 2011 di settimana prossima. Chiaramente, il traguardo massimo sarebbe un giorno arrivare a fare parte stabilmente del grande circus della Formula 1, ma la strada è lunga e non mi sarei mai aspettato di arrivare a questo punto già adesso». Ovvero a diventare il più giovane esordiente di sempre in Gp2, uno dei più precoci a salire su una vettura di Formula 1 e il bambino d'oro del volante tricolore. I sogni sono dietro la prossima curva, ma Kevin Ceccon è abituato ad andare di fretta.

Matteo Spini

e.roncalli

© riproduzione riservata