Domenica 08 Gennaio 2012

Allegri: «Abbiamo concesso poco
È stato giusto fischiare il rigore»

«È stata una bella partita, fisica. I ragazzi sono stati bravi ad adattarsi subito, anche se mancavano molti centrocampisti e Boateng giocava da mezz'ala. È una vittoria meritata, abbiamo concesso poco all'Atalanta. Bene Emanuelson, bene Pato, sono contento della prestazione della squadra: era fondamentale vincere e ci siamo riusciti».

Massimiliano Allegri si gode i tre punti conquistati a Bergamo grazie a Ibrahimovic («Fa la differenza, come Thiago Silva») e Boateng, mantenendo la testa della classifica assieme alla Juventus a una settimana dal derby.

Fin qui contro l'Inter Allegri ha sempre vinto. «Speriamo di vincere anche il quarto...», sorride il tecnico del Milan, che non ha dubbi sul rigore concesso da Rizzoli per fallo di Manfredini su Pato. «Questo c'è. Quando è dubbio oppure non c'è il rigore credo di essere molto onesto nell'ammetterlo. E ci stava anche l'ammonizione di Manfredini».

Parlando della sua squadra, Allegri si dice soddisfatto di Pato: «Si è procurato il rigore e ha preso il palo, ha giocato una discreta partita e l'ho tolto perché avevo bisogno di uno più fresco». «Sapevamo - continua - di affrontare una squadra caratteriale che in casa non aveva mai perso. Abbiamo concesso qualcosa, alcune palle perse in fase offensiva ma il campionato italiano è così, partite facili non ce n'è».

E Boateng mezz'ala non piace solo a Berlusconi: «L'ho fatto giocare io lì quando è arrivato, ha fatto bene. Tevez? La stima per lui è normale, ogni allenatore lo vorrebbe. Ma in questo momento è del City, se verrà - conclude Allegri - ne parlerò».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata