Sabato 17 Marzo 2012

Ranieri: «Il futuro è l'Atalanta
Pensiamo a vincere domani»

Non passa giorno senza leggere sui giornali i nomi del futuro allenatore dell'Inter. L'attuale tecnico, Claudio Ranieri, ha l'esperienza necessaria per non farsi distrarre da voci e indiscrezioni. «L'ho detto l'altro giorno, il calcio italiano è così, non è una cosa nuova, né per me, né per gli altri tecnici, italiani e non - ha spiegato nella conferenza stampa alla vigilia della sfida con l'Atalanta -. Vado avanti per la mia strada e lavoro, la mia professionalità è a prova di bomba, non vedo nubi e sono determinato a far bene. Il mio futuro è l'Atalanta, è la partita di domani che dobbiamo cercare di vincere. Sappiamo che è un'annata no, ma restiamo determinati consapevoli delle difficoltà».

Così il tecnico dell'Inter dopo l'eliminazione in Champions League contro il Marsiglia. Ranieri parla anche della delusione di Forlan dopo la sua sostituzione e assicura che non c'è alcun problema. «Diego è un ragazzo d'oro, non c'è stato nulla. Era solo un po' contrariato forse per quello che non era riuscito a dare. I ragazzi erano delusi dopo l'eliminazione, ma sono splendidi e si sono allenati benissimo in questi 3 giorni».

Il terzo posto non è poi così lontano e domenica sera c'è Udinese-Napoli, uno scontro diretto che potrebbe favorire i nerazzurri. «A noi in questo momento deve solo interessare far bene, poi vedremo se sarà Champions o Europa League... Io penso solo a domani, ma questo è un campionato pazzo dove solo due squadre sono lassù. Dobbiamo pensare a noi stessi, poi vedremo a maggio dove saremo arrivati».

Intanto dopo l'eliminazione dell'Inter e la qualificazione del Real Madrid, per Ranieri sono arrivate le belle parole di Josè Mourinho che lo vede ancora sulla panchina nerazzurra: «Mi hanno fatto enormemente piacere», ha commentato il tecnico nerazzurro.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata