Sabato 17 Marzo 2012

Atalanta senza Denis con l'Inter
A caccia di un acuto alla «Scala»

Senza il bomber all'assalto del biscione. Di nerazzurro vestiti, in un momento particolare e con problemi da risolvere. A San Siro l'Atalanta andrà a caccia dell'impresa contro l'Inter, un successo che manca dalla stagione 2001/2002, dopo la quale sono stati incassate sei sconfitte.

Se in quella perfetta partita le reti di Sala e Berretta furono praticamente decisive in senso negativo per la stagione interista, che culminò nella perdita dello scudetto in quello storico 5 maggio contro la Lazio, la sfida del 2012 avrà ben altri valori.

Ai milanesi non è rimasto ormai quasi nulla da rincorrere, visto che un'annata disgraziata ha segnato la fine della fortissima squadra del «triplete» della stagione 2010. Il terzo posto, che garantisce i preliminari di Champions, è distante ben 8 punti, addirittura l'Atalanta senza penalizzazione sarebbe a una sola lunghezza dalla squadra interista, quanto basta per capire quale sia la condizione dei milanesi, che venerdì scorso avevano espugnato Chievo dopo una lunga serie di risultati disastrosi.

Prima dell'ultima serata di Champions, un'altra mazzata in una stagione scarognata, con un'eliminazione concretizzatasi in pieno recupero per mano di un non irresistibile Marsiglia. San Siro ha applaudito per la reazione della squadra, che ci ha creduto comunque.

L'Atalanta si presenterà alla sfida trovando un ambiente particolare: dipenderà da Zanetti e compagni reagire sulla spinta di quegli applausi oppure adattarsi a un'aria di smobilitazione che potrebbe favorire i nerazzurri bergamaschi.

Ma mettere la parola favorita a fianco di Atalanta non è la migliore idea viste le assenze bergamasche. Senza Denis e Peluso, due colonne portanti di questa stagione, la squadra atalantina scenderà in campo a San Siro, con il mister alla ricerca della prima gioia alla «Scala del calcio».

Davanti a Consigli giocheranno i superstiti della difesa nerazzurra, con Ferri e Manfredini centrali, Bellini a sinistra e il recuperato Raimondi a destra, con Peluso out per l'influenza. A centrocampo Carmona e Maxi Moralez saranno gli unici titolari ad aver passato una settimana tranquilla, mentre Cigarini e Schelotto saranno in campo nonostante i piccoli problemi settimanali.

Mister Colantuono potrebbe sorprendere tutti in attacco. Al momento l'unico sicuro titolare sembra essere Marilungo, decisivo in questa seconda parte di campionato. Il suo compagno di reparto, la prima punta, è invece rimasta un po' nascosta dalle parole del mister nerazzurro in conferenza stampa: con Denis out per un problema muscolare, e Tiribocchi appena rientrato in gruppo, Gabbiadini sembra il favorito.

Anche il tecnico interista Ranieri non se la passa benissimo, ma i numeri della sua rosa sono ben diversi. Non ci saranno Sneijder, Guarin e Alvarez: soprattutto pesa sul gioco nerazzurro l'assenza dell'olandese, potenzialmente in grado di far la differenza, ma c'è da dire che paradossalmente con lui in campo l'Inter ha stentato di più.

Inter, dunque, senza il trequartista e con il 4-4-2: davanti a Julio Cesar ci saranno i monumenti Lucio e Samuel, con Maicon a destra e il samurai Nagatomo a sinistra. Qualche chance per Ranocchia come centrale. A centrocampo spazio ai giovani Poli e Obi con gli esperti Cambiasso e Zanetti. Con Poli e Obi ci sono però anche in ballottaggio Palombo e Forlan.

In attacco a fianco di Milito ci sarà Gianpaolo Pazzini, che ritroverà la sua Atalanta da avversaria dopo avere passato gli anni dell'adolescenza e i primi anni del professionismo proprio con l'Atalanta. A Zingonia si spera che il «Pazzo» torni a far male dalla settimana prossima.

I due probabili schieramenti
INTER (4-4-2): 1 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 55 Nagatomo; 4 Zanetti, 18 Poli, 19 Cambiasso, 20 Obi; 22 Milito, 7 Pazzini. In panchina: 12 Castellazzi, 23 Ranocchia, 37 Faraoni, 17 Palombo, 9 Forlan, 28 Zarate, 30 Castaignos. All. Ranieri.
ATALANTA (4-4-2): 47 Consigli, 77 Raimondi, 32 Ferri, 5 Manfredini, 6 Bellini; 7 Schelotto, 21 Cigarini, 17 Carmona, 11 Maxi Moralez; 28 Gabbiadini, 89 Marilungo. In panchina 78 Frezzolini, 2 Stendardo, 18 Carrozza, 44 Cazzola, 79 Ferreira Pinto, 10 Bonaventura, 90 Tiribocchi. All Colantuono.
Arbitro: Gava di Conegliano Veneto (Giachero-Comito; Rizzoli).
In tv: Sky Calcio 1, Premium Calcio 2.

Simone Masper

m.sanfilippo

© riproduzione riservata