Lunedì 02 Aprile 2012

Michel Platinì sul «calcioscommesse»:
i giocatori coinvolti da squalificare a vita

Il fenomeno delle scommesse e delle gare truccate «sta uccidendo il calcio, ne sta intaccando l'anima». È il commento amaro del presidente della Uefa, Michel Platini, a Malta per assistere al derby tra Valletta e Floriana.

«Le Roi», che ha confermato l'indagine Uefa sui sospetti legati a Norvegia-Malta, gara di qualificazione a Euro2008, punta il dito contro i calciatori. «Ai giocatori coinvolti non dovrebbe essere consentito di giocare più - ha tuonato Platini -. La responsabilità è tutta loro. Se quando parliamo di razzismo l'attenzione si sposta sui tifosi, in questo caso c'entrano i calciatori».
(ITALPRESS).

a.ceresoli

© riproduzione riservata