Martedì 19 Giugno 2012

Comark, Insogna e Gritti
nel consiglio dei soci del club

Sempre più spazio, alla Comark, per il general manager Euclide Insogna e il suo braccio destro, il direttore sportivo Massimo Gritti, entrambi con significativi trascorsi nel mai dimenticato Celana. I due sono entrati a far parte del consiglio dei soci del club trevigliese.

Una bella e immediata risposta alle contemporanee uscite, dalla stanza dei bottoni, di Alberto Mattioli ed Emilio Pozzi, da ben 41 anni ai vertici o giù di lì. Una decisone, riteniamo capeggiata dall'intraprendente presidente Gianfranco Testa, tutt'altro che da sottovalutare specie in prospettiva futura.

I due nuovi ingressi, con alle spalle esperienze e competenze tecniche di primo piano potranno, così, portare avanti con maggio celerità pure le operazioni di mercato. Al riguardo sappiamo che, nonostante le strategiche e comprensibili smentite societarie, l'affiatata e collaudata coppia ha sulle rispettiva agende una decina di pedine candidate a rinnovare l'organico per il prossimo campionato.

Del resto, anche nel corso di questa estate, prepariamoci a certificare un buon 50 per cento nella voce “uscite”. Anche se non si può parlare di ufficialità, diamo per scontato le partenze del neo nazionale Borra (richiesto in serie A), del talentuoso Marino (Casalpusterlengo), di Zanella, di Fabi e con ogni probabilità del monumentale Vitale, in scadenza di contratto.

Da qui la rigorosa necessità di ingaggiare sostituti di adeguato livello. A guidare la truppa, che disputerà per la diciannovesima volta consecutiva la terza categoria del basket nazionale, sarà ancora Adriano Vertemati, fortemente blindato anche se con richieste provenienti da mezza Italia.

Quanto allo sponsor numero uno, proseguono a ritmo serrato gli incontri tra il citato Testa e Massimo Lentsch, proprietario della Comark Spa. Indiscrezioni parlano di una trattativa particolarmente laboriosa. A buon intenditor, poche parole…

Arturo Zambaldo

r.clemente

© riproduzione riservata