Domenica 01 Luglio 2012

Italia-Spagna in piazzale Alpini
Stasera attesi 10 mila tifosi

Chissà se chi aveva ideato l'Eurovillage si aspettava davvero qualcosa del genere: una macchia di gente che diventa sempre più grande, giorno dopo giorno, partita dopo partita. Chiaro che per ottenere un grande risultato occorrono grandi risultati e l'Europeo in crescendo della Nazionale di Cesare Prandelli non ha fatto altro che fare lievitare le attese.

Ora siamo al capitolo finale e, come da copione, il villaggio allestito in piazzale Alpini intorno al maxischermo è al canto del cigno, con la speranza che la serata di domenica 1° luglio possa tramutarsi anche nel palcoscenico dell'ultima grande festa.

Quello che in ogni caso rimarrà degli ultimi ventiquattro giorni - dall'inizio alla fine di Euro 2012 - sarà comunque un grande successo di presenze, all'interno di un meccanismo oliato alla perfezione, che ha poco da invidiare persino alle fantomatiche Fan Zone distribuite qua e là per le città di Polonia e Ucraina, laddove entrare è più di un'impresa.

Presenze: impossibile, almeno ora, procedere ad una stima verosimile, ma sicuramente la cifra si assesterà su numeri a quattro zeri. Per Italia-Inghilterra, quarti di finale, in piazzale Alpini erano in 3 mila, per Italia-Germania, semifinale, circa 4.500, ai quali vanno aggiunte le altre migliaia di spettatori presentatesi ogni giorno, specie quando c'era in ballo la partita degli azzurri di Prandelli. Per stasera si attendono quasi 10 mila persone.

E tra i tanti maxischermi aperti in città (ricordiamo la Trucca e Sant'Agostino), s'aggiunge per l'occasione anche quello del Kilometro Rosso (in via Stezzano 87). Dalle 18 l'i.lab ospita l'appuntamento della «Milanesiana», sul tema «La perfezione, il futuro e la letteratura». A seguire, concerto musicale e dalle 20,45 la partita su maxischermo.

Leggi di più su L'Eco di domenica 1° luglio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata