Sabato 12 Gennaio 2013

Presadiretta, caso scommesse in tv
Si riparla di Doni e dell'Atalanta

Il calcioscommesse sarà al centro della nuova puntata di Presadiretta, in onda domenica sera 13 gennaio alle 21.30 su Rai3. Tre procure della Repubblica stanno ancora indagando e dai nuovi interrogatori di Almir Gegic, il serbo capo del gruppo che corrompeva i giocatori per truccare le partite, ci si aspetta un nuovo allargamento delle indagini.

Finora sono dieci le squadre di serie A messe sotto inchiesta, ma poi ce ne sono 9 di serie B e 15 della Lega Pro, la vecchia serie C per complessivi 61 giocatori coinvolti. «Presadiretta» cercherà di dimostrare che sono più di 800 le partite sospette nel solo campionato 2010-2011.

Per la prima volta i telesepettatori potranno ascoltare le parole di Francesco Baranca, dirigente della SKS365 Group, l'agenzia di scommesse internazionali che ha segnalato alla magistratura italiana le partite sospette da cui poi tutta l'inchiesta è nata.

Tante le esclusive del programma: hanno accettato di parlare con gli inviati Alessandro Macina e Federico Ruffo anche i giocatori Marco Paoloni e Vittorio Micolucci, rei confessi; Cristiano Doni, incontrato a Palma di Majorca dove vive ormai da un anno, che lascia capire che non era solo lui a truccare le partite dell'Atalanta; il proprietario di un'agenzia di scommesse di Pescara, Massimo Erodiani, con alcuni retroscena che non ha detto neanche ai magistrati sul coinvolgimento della dirigenza dell'Atalanta nelle partite truccate da Cristiano Doni; poi ancora i magistrati e il dirigente dell'anticrimine Marco Garofalo.

Per la prima volta si potranno ascoltare le parole di un importante pentito di 'ndrangheta, Luigi Bonaventura, sull'intreccio tra criminalità organizzata e mondo del calcio. Infine, le organizzazioni mafiose che controllano il giro delle scommesse in tutto il mondo in un viaggio dai Balcani in Indonesia, a Singapore, dove vive e lavora Tan Seet Eng, uno degli uomini più ricchi del mondo, considerato dall'Interpol il vertice del calcioscommesse e ricercato dalle polizie di mezza Europa (Ansa).


m.sanfilippo

© riproduzione riservata