Martedì 26 Febbraio 2013

Maxi multa all'Inter per i cori
Il derby costa ben 50 mila euro

Il giudice sportivo della Lega di Serie A, Gianpaolo Tosel, ha inflitto un'ammenda di 50 mila euro all'Inter dopo il derby di domenica scorsa. Il club nerazzurro è stato punito «per avere suoi sostenitori: 1) all'11' del primo tempo, all'11', 15', 16' e 19' del secondo tempo, indirizzato grida e cori costituenti espressione di discriminazione razziale ad un calciatore della squadra avversaria; 2) al 30' del primo tempo e al 44' del secondo tempo, indirizzato analoghi cori nei confronti di altro calciatore della squadra avversaria; 3) al 12' del primo tempo e al 34' e 37' del secondo tempo, esposto quattro striscioni dal contenuto insultante nei confronti di un calciatore e dei sostenitori della squadra avversaria; 4) nel corso del primo tempo e al 30' del secondo tempo, indirizzato in varie circostanze un fascio di luce-laser sul terreno di giuoco, nonostante reiterati inviti a desistere da tale riprovevole comportamento; con recidiva specifica».

E se i cori contro Balotelli costano 50 mila euro ai nerazzurri, ammenda di 10.000 euro per il Milan «per avere suoi sostenitori, al 6' del primo tempo, al 36' e 39' del secondo tempo, esposto tre striscioni dal contenuto insultante nei confronti di un calciatore e dei sostenitori della squadra avversaria».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata