Martedì 30 Aprile 2013

Giro e partenza da Caravaggio
Statale 11, tratti da riasfaltare

Un tratto della statale 11 sarà da riasfaltare in vista del passaggio del Giro d'Italia. In Prefettura si è svolto un incontro per coordinare la macchina organizzativa. La tappa del 22 maggio partirà da Caravaggio per raggiungere Vicenza. L'incontro serviva per definire gli ultimi dettagli legati alla 17° tappa del Giro d'Italia 2013.

Fra tre settimane, infatti, i “girini” partiranno da Caravaggio, per giungere, a Vicenza, dalla città di Michelangelo Merisi alla città del Palladio, il tutto in 214 chilometri. Circa 15 i chilometri della provincia di Bergamo interessati dal passaggio della Carovana, otto i comuni: un breve tratto ma che dovrà essere gestito con assoluta cura, perché la carovana transiterà su vie stradali ad alta intensità di traffico.

A questo proposito il vicario del prefetto di Bergamo, Alfredo Nappi, ha sottolineato l'importanza della sicurezza stradale per la buona riuscita della manifestazione: «Nonostante il Giro d'Italia transiti per una quindicina di chilometri nel territorio della provincia di Bergamo, è importante che l'organizzazione sia pronta ad accogliere al meglio l'evento sportivo».

La parola è quindi passata al presidente di Promoeventi Sport, Giovanni Bettineschi: «Per la prima volta negli ultimi dieci anni il passaggio del Giro d'Italia interessa la pianura bergamasca con la partenza da Caravaggio. Una proposta che gli organizzatori di Rcs Sport hanno accolto con grande piacere per le bellezze che questa città offre sia dal punto di vista culturale che storico. È un evento a cui teniamo molto e nonostante l'impegno sia meno gravoso rispetto agli altri anni perché si tratta della partenza e di un tratto breve nella provincia, ciò non toglie che la organizzeremo al meglio e con grande entusiasmo».

A dare pieno sostegno e disponibilità a Promoeventi Sport e Rcs Sport le istituzioni locali, i volontari, i paramedici del 118 in collaborazione con quelli della Croce Rossa Italiana: il servizio medico sarà garantito e verrà coordinato con la cabina di regia della Prefettura, e in tal senso l'ospedale di Treviglio sarà pronto ad ogni evenienza.

Particolare attenzione è stata posta alla chiusura delle strade prima del passaggio della carovana e dei ciclisti, a partire da due ore prima della  partenza non sarà più possibile circolare sul percorso della tappa.

L'organizzazione della chiusura delle strade sarà affidata direttamente ai singoli enti locali che dovranno pubblicizzare l'evento e la chiusura delle strade per ridurre al minimo gli eventuali disagi.

Nel sopralluogo effettuato nei giorni passati dalla polizia stradale il manto stradale della Statale 11 è risultato danneggiato in diversi punti presentando buche dovute alle forti piogge di queste settimana. La Provincia di Bergamo, e in particolare il suo assessorato alla Viabilità, valuterà nei prossimi giorni un preventivo di spesa per il rifacimento del manto stradale particolarmente critico, e la compatibilità di spesa al bilancio economico dell'Amministrazione.

A fianco di questa valutazione, verrà predisposto un piano per definire le strade alternative e gli incroci da presidiare: forze dell'ordine e volontari saranno presenti sulle strade in modo massiccio per garantire la sicurezza dell'evento.

r.clemente

© riproduzione riservata