Sabato 01 Giugno 2013

Jack parte a tutto gas in azzurro
E sfiora il gol contro San Marino

Tremarella in avvio per l'esordio in maglia azzurra? Beh, naturale, quasi fisiologico. Non per Jack Bonaventura, che parte col turbo acceso. La prima scossa del match quando il crono segna 1'07" è sua con un taglio in verticale a dettare il passaggio in profondità di Diamanti. Il tempo dell'incursione è giusto, l'assist del compagno fuori misura di un soffio.

Ma Bonaventura è già in partita. E al 6' è sua anche la prima conclusione vera verso la porta di San Marino: cross di Antonelli e tempestiva graffiata mancina di Jack sulla quale Simoncini mostra riflessi sorprendenti. Persino Beppe Dossena sibila in radiocronaca: «Bene la partenza di Bonaventura».

Prima del 15' c'è spazio per un'altra giocata interessante. Bonaventura tiene in campo una palla difficile, si «beve» il suo marcatore in un fazzoletto e mette in mezzo. Tutto perfetto tranne la mira del cross. San Marino intanto regge e dopo due gol annullati agli azzurri, altra chance per il timbro al debutto di Bonaventura: zampata di Gilardino, Simoncini abbassa la saracinesca, ed è reattivo anche sul tap in di Bonaventura.

Jack gioca di punta a sinistra e cerca i tagli improvvisi verso il centro dell'area. Dopo i fuochi d'artificio iniziali però la sua verve si spegne leggermente nella parte centrale della gara. Intanto Poli sfonda il bunker di San Marino al 27'. E alla mezz'ora Bonaventura si accende di nuovo: bel duetto da piedi buoni con Pirlo chiuso dal destro dello juventino e dall'ennesima pezza di Simoncini. Il rush finale prima del riposo è ancora promettente.

Al 41' Jack si traveste da assist man quando vede il corridoio giusto per Antonelli e lo serve col contagiri. Al 43' carica il bolide da fuori «sporcando» la conclusione (Simoncini intercetta). E al 44' si fa vedere anche per un generoso ripiegamento che stoppa la ripartenza avversaria.

Al 4' della ripresa Jack esce per Sau col sorriso sulle labbra. Bel debutto (34 tocchi di palla e solo 5 perse, 2 in contrasto). Con un piccolo rimpianto: senza il riflesso di Simoncini al 7', sarebbe stata una serata magica.

Paolo Vavassori

m.sanfilippo

© riproduzione riservata