Giovedì 05 Settembre 2013

In campo Bergamo-Modena
Raccolta fondi per il terremoto

Torniamo in campo per regalare sorrisi, non sicuramente per lo spettacolo offerto dal punto di vista tecnico, ma per il nobile fine della manifestazione. I giornalisti sportivi bergamaschi indossano le scarpette con i tacchetti venerdì 6 settembre alle 19 al campo comunale di Urgnano di Via Ronchi contro i colleghi modenesi per il match di ritorno della sfida disputata in Emilia a luglio.

Nel match d'andata, nel corso della quale i giornalisti si erano impegnati in una raccolta fondi per la ricostruzione del Centro Sportivo di S. Martino Spino, frazione di Mirandola; colpito dal sisma del fine maggio 2012 e dalla tromba d'aria del maggio scorso, furono i nostri a vincere con uno striminzito quanto meritato 2-1: i canarini conteranno di rifarsi, mentre con i bergamaschi scenderà in campo per uno spezzone Giacomo Ferrari, ex bomber di Alzano Virescit e Modena. Dalle 17 alle 18.45 si terrà un Torneo Pulcini denominato «Pulcini Love Emilia»con FCD Urgnano, Orat.
Urgnano e Grumellese.
Dalle 19 avrà inizio l'amichevole, 11 contro 11, con due tempi da 30 minuti. Il ristoro sarà attivo dalle 18 circa. Il ricavato dal ristoro e dalla lotteria, come per la sfida di andata, sarà devoluto in beneficenza alle zone terremotate: per l'occasione all'AS Folgore Mirandola e per Radio Emilia 5.9 (5.9 come la magnitudo del sisma più forte), una radio fondata da giovani di Cavezzo e dintorni nei mesi successivi al terremoto.

Non mancherà l'animazione musicale e la lotteria con le maglie di Atalanta, AlbinoLeffe, Foppapedretti, Modena, Carpi, Sassuolo, CasaModena Volley, oltre ad una maxi-tortata organizzata dalle mamme urgnanesi e tante altre sorprese, tra cui il "camion da corsa" della Italtrans che ha partecipato all'ultima Dakar. La manifestazione è patrocinata dalle provincie di Bergamo e Modena, dal Comune e dalla Polisportiva di Urgnano e dal Comune di Mirandola. I giornalisti si aspettano un pubblico delle grandi occasioni, non per loro, abituati a raccontarle le emozioni e non a viverle sul campo come in questa serata, ma per regalare una piccola gioia ad una terra bella, solare, e tanto sfortunata. Un vortice d'emozioni per una serata che merita di essere vissuta, senza dimenticare la possibilità di tornarsene a casa con una maglietta ufficiale.

Simone Masper

fa.tinaglia

© riproduzione riservata