Sabato 12 Ottobre 2013

Il ds Gritti: attenzione Remer
«Firenze candidata alla promozione»

Già al secondo turno di campionato la Remer è attesa ad un test complicato. Al PalaFacchetti (domenica 13, inizio alle 18) arriva Firenze, team candidato a recitare ruoli importanti in questa terza divisione nazionale, da quest'anno denominata (ennesimo cambiamento!) Legadue Silver.

Il direttore sportivo Massimo Gritti, abituato a dire ciò che pensa senza giri di parole, presenta così l'atteso confronto: «Non a caso la formazione toscana ha prevalso, all'esordio, in maniera chiara su Matera, altra squadra che punta in alto. Per mettere in cassaforte altri due punti, che ci consentirebbero di mantener fede a propositi interessanti, dovremo superarci in rendimento sul parquet di gioco nel più ampio senso del termine. Facciamo, inoltre, conto di un grosso contributo dai tifosi sugli spalti», e qui il messaggio, specie, per il gruppo dei Rangers è eloquente.

Noi auspichiamo una Remer decisamente più in palla di quella vista su Bergamo Tv, giostrare al palasport di Ravenna. D'accordo, alla fine si è vinto e con merito, ma guai dimenticare la modesta consistenza degli avversari, non a caso da leggere in chiave salvezza. Del resto se non ci fosse stata la giornata magica di mangiacanestri e non solo Marino (19 punti), con il supporto di torre Rossi (10 punti e 13 rimbalzi) dificiimente si sarebbe registrato il prezioso blitz. Da auspicare, con Firenze, che Gadson ripeta le positive due frazioni iniziali dimenticando quelle successive. Pure dal ceco Kyzlink e dall'indomabile Ihedioha ci auguriamo prove coniugabili alle rispettive qualità.

Firenze dispone di un quintetto base di alto spessore a cominciare da Simoncelli (play) e Pazzi (pivot) presi peraltro in forte considerazione dalla Remer in estate, in alternativa a Marino e a Rossi. Terzo italiano è l'ex Castelli che con Matera ha totalizzato qualcosa come 26 punti. Di livello al di sopra della media la coppia Usa, Wood (guardia) e Swanton (ala). Coach collaudato è Giordani. Scendendo di una categoria, la Vivigas Costa Volpino affronta sabato alle 21, in trasferta, il Lecco. La squadra dell'esperto coach Alessandro Crotti deve riscattare la scialba partita di otto giorni or sono con il Legnano Castellanza. Ma non sarà facile considerando che i lecchesi tra le mura amiche raddoppiano l'aspetto agonistico: lo sa bene lo stesso Crotti, la passata stagione sportiva proprio su quella panchina. Nella ex serie C, infine, la Comark è di scena, sempre sabato a Saronno (ore 21). I cittadini sono chiamati a rincorrere il successo senza il quale il percorso che porta alla promozione diretta subirebbe una fisiologica frenata. A meno che d'improvviso la dirigenza preferisca accontentarsi dei playoff: in queso caso basterà posizionarsi al nono posto, al di sotto, cioè, di un anonimo centro classifica.

Arturo Zambaldo

fa.tinaglia

© riproduzione riservata