Domenica 03 Novembre 2013

Atalanta inguardabile a Livorno
Perde in 10 senza tirare in porta

LIVORNO-ATALANTA 1-0
RETE:
11' pt Paulinho
LIVORNO (3-5-2): Bardi sv; Coda 6, Rinaudo 6,5, Ceccherini 6; Mbaye 6,5, Luci 6,5, Emerson 5,5, Greco 6,5 (33' st Duncan sv), Gemiti 6 (16' st Piccini 6); Paulinho 7, Siligardi 6,5 (25' st Emeghara sv). All. Nicola. In panchina: Anania, Aldegani, Decarli, Valentini, Lambrughi, Benassi, Borja.
ATALANTA (3-4-1-2)
: Consigli 6; Canini 5,5, Scaloni 6,5, Migliaccio 5,5; Raimondi 5,5, Cigarini 5, Carmona 5, Del Grosso 5 (17' st De Luca sv); Moralez 6 (40' st Marilungo sv); Livaja 5 (39' pt Baselli 5,5), Denis 5,5. All. Colantuono. In panchina: Sportiello, Polito, Nica, Brivio, Kone, Cazzola, Gagliardini.
Arbitro: Russo di Nola 5,5.
Note: espulso Carmona al 34' pt per doppia ammonizione. Ammoniti anche Greco, Coda, Moralez, Cigarini, Rinaudo, Duncan e Raimondi. Corner 4-3 per l'Atalanta. Recupero 1'+5'.

Atalanta inguardabile a Livorno. I bergamaschi hanno perso per 1-0 (11' pt Paulinho) senza mai tirare in porta ed esprimendo zero determinazione. C'è sicuramente l'attenuante dell'espulsione di Carmona al 34' pt, ma non è sufficiente per salvare i nerazzurri da un brutto voto.

Esauriamo subito il discorso arbitro dicendo che Russo non ha diretto sicuramente in favore dell'Atalanta (emblematica un'ammonizione di Moralez per simulazione), che Colantuono si è arrabbiato molto per un possibile fallo da ultimo uomo di Emerson su Moralez al 27' pt (ma il contatto è stato davvero minimo) e che il fallo del secondo giallo a Carmona al replay è sembrato molto meno evidente (ma l'arbitro è un essere umano e Carmona è stato comunque troppo irruento), però sgombriamo subito il campo da ogni equivoco: l'Atalanta non ha perso per colpa dell'arbitro.

Ha perso perché ha giocato con una difesa totalmente rivoluzionata (anche Yepes ko, nel modulo a 3 è stato schierato il centrocampista Migliaccio) che ha concesso una palla-gol al Livorno dopo nemmeno un minuto ed è stata bucata dopo 11' da una combinazione Greco-Paulinho.

Ma ha perso soprattutto perché ha offerto una prestazione sconcertante sul piano dell'approccio mentale al match e della determinazione. Si sa che l'Atalanta talvolta cade nell'errore in appuntamenti come quello di Livorno, contro una piccola più piccola di lei, ma stavolta ha davvero esagerato in negativo.

Una partita «senza palle» nella quale non ha prodotto assolutamente nulla: non un tiro nello specchio della porta, non una conclusione vicina ai legni della porta e nemmeno un'azione degna di nota. Nemmeno nei 33' disputati in undici contro undici. Niente di niente. Ecco perché non c'è molto da dire. In campo non è scesa l'Atalanta e nemmeno la sorella della sorella dell'Atalanta contro un Livorno tutt'altro che irresistibile. Nessun dubbio sul risultato: Scaloni ha salvato un gol sulla linea al 3' st e Duncan ha colpito un palo al 43' st. Giornata da dimenticare, a qualche bergamasco si sarà bloccata l'indigestione.

E dire che, con una vittoria, i bergamaschi avrebbero potuto cambiare davvero il loro campionato. Invece sono rimasti al palo e il Livorno è lì a un solo punto. In classifica non ci sono grandi problemi (anche se il margine sulla terzultima si è ridotto da 7 a 4 punti), ma è il modo in cui l'Atalanta (non) ha giocato ad avere deluso profondamente.

E che sia stato un problema di approccio mentale lo dimostrano le prestazioni dei singoli. Si sono salvati soltanto Scaloni, Moralez e Consigli, per il resto soltanto insufficienze e se anche mostri di rendimento come Cigarini e Denis steccano la partita vuol dire che è stata proprio un'infezione generale. Come si può guarire?

Marco Sanfilippo

CRONACA
Atalanta in campo a Livorno per il match domenicale delle 12,30. Come si prevedeva, Yepes non è del match (nemmeno in panchina), così mister Colantuono ha dovuto rivoluzionare la difesa arretrando Migliaccio come difensore di sinistra con Scaloni centrale e Canini a destra nel 3-4-1-2 nerazzurro. Per il resto, tutto confermato con Moralez alle spalle del duo d'attacco Denis-Livaja.

Nel Livorno l'unica variante è Gemiti e non Piccinni a centrocampo, con Mbaye però sulla fascia destra e Gemiti a sinistra. I livornesi hanno 9 punti in classifica e sono quartultimi in compagnia di Sampdoria e Bologna, mentre l'Atalanta è a quota 13.

Primo tempo

1': prima conclusione dopo poco più di mezzo minuto, è un diagonale da sinistra di Siligardi con respinta di Consigli.
11' GOL: assist di Greco da sinistra a destra per Paulinho che scatta benissimo e trafigge Consigli con un diagonale rasoterra. Senza mordente la marcatura di Canini su Paulinho nell'azione.
17': ammonito Carmona per gioco falloso.
24': punizione per l'Atalanta, Del Grosso calcia alle stelle dalla lunga distanza. Primo tiro (si fa per dire, vista l'imprecisione) per i nerazzurri.
27': Moralez, lanciato centralmente verso l'area, è contrastato da Emerson e cade. Azione dubbia, qualcosa c'è, ma non sembra un contatto evidente. Colantuono s'arrabbia perché secondo lui sarebbe fallo ed espulsione.
28': ammonito Greco per gioco falloso.
34': secondo ammonizione per Carmona ed espulsione. In diretta il suo fallo su Mbaye è sembrato evidentissimo, nel replay il fallo è molto dubbio, ma l'arbitro è stato ingannato dall'entrata secca del centrocampista che in realtà non ha preso né palla, né forse il giocatore.
39': entra Baselli per Livaja (che non gradisce), Atalanta con il 4-4-1: difesa con Scaloni a destra, Migliaccio e Canini centrali e Del Grosso arretrato a sinistra.
45': 1' di recupero.
46': ammonito Coda.
46': fine primo tempo, Livorno-Atalanta 1-0.

Secondo tempo
1: nessun cambio in avvio di ripresa.
3': Paulinho scatta in contropiede e in posizione regolare sul servizio di Siligardi, scarta anche Consigli e appoggia verso la rete, ma Scaloni con un recupero fenomenale evita il gol respingendo quasi sulla linea di porta.
7': una punizione di Greco sorvola la traversa.
11': ammonito Moralez per simulazione, decisione severa dell'arbitro.
16': entra Piccini per Gemiti.
17': entra De Luca per Del Grosso, l'Atalanta cambia ancora, con Raimondi indietreggiato in difesa, Cigarini-Baselli e centrocampo e De Luca a dare manforte a Denis e Moralez
20': grave errore di Consigli che perde il controllo della palla su un rasoterra innocuo, ma si riscatta riprendendola a Greco.
23': lancio di Moralez per De Luca in area sulla sinistra, ma l'uscita di Bardi è perfetta e il portiere aggancia la sfera anticipando De Luca.
25': entra Emeghara per Siligardi.
31': tiro altissimo, che più alto non si può, di Baselli da fuori area.
32': ammonito Cigarini.
33': entra Duncan per Greco.
34': ammonito Rinaudo.
40': entra Marilungo per Moralez.
42': ammoniti Duncan e Raimondi per un battibecco.
43': contropiede del Livorno, da Paulinho a Duncan che centra il palo alla sinistra di Consigli con un diagonale rasoterra.
45': 5' di recupero.
50': fine partita, Livirno-Atalanta 1-0.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata