Mercoledì 13 Maggio 2009

Dopo la Ferrari, anche la Renault
minaccia di lasciare la Formula 1

La Renault come la Ferrari. Ma anche come Red Bull e Toyota. Dopo le indiscrezioni della stampa francese, mercoledì è arrivato l'annuncio ufficiale da parte del numero 1 della scuderia francese, Flavio Briatore: «Se le decisioni del Consiglio Mondiale Fia del 29 aprile non saranno riviste, non avremo altra scelta che lasciare il Mondiale di F1 alla fine del 2009», ha spiegato Briatore. Un'altra minaccia di addio, quindi, dopo quelle di Red Bull e Toyota dei giorni scorsi e dopo quella della Ferrari di martedì.

«La F1 è la Ferrari, la Ferrari è la F1». Senza volerlo, oppure no, Bernie Ecclestone nei giorni scorsi aveva anticipato quella che da martedì è la domanda che il mondo si pone: cosa sarà la F1 senza la Ferrari? La scuderia di Maranello è infatti passata dalle parole ai fatti annunciando la decisione di non partecipare al Mondiale di 2010 se non cambieranno le regole decise dalla Fia.

E dopo sessant'anni di F1 per la Ferrari ci ha pensato il Times, attraverso il blog sul suo sito, a chiedere ai propri lettori: «Una F1 senza Ferrari? Sarà come...». Tante ovviamente le risposte, ma su tutte spicca quella di un tifoso che si firma Ird. Per lui la Ferrari è un po' come «Fred Astaire senza Ginger Rogers», o come i «Rolling Stones senza Mick Jagger». Oppure si affida a un classico luogo comune: «Un giapponese senza la telecamera». Ma per Ird la F1 senza la Ferrari è anche come «Romeo senza Giulietta», o come «La paella senza il riso» e «Tarzan senza Jane»...

m.sanfilippo

© riproduzione riservata