Giovedì 28 Maggio 2009

Atalanta, 12-0 il test contro l'Agnelli
Tripletta di Plasmati, Bellini recuperato

S’avvicina la fine del campionato e all’Atalanta non rimane che un avversario con cui confrontarsi: l’Inter scudettata di Josè Mourinho. In termini di classifica la partita non ha significato, ma in casa atalantina gli stimoli non mancheranno, visto che in caso di vittoria i nerazzurri bergamaschi sarebbero gli unici ad aver battuto i campioni d’Italia sia all’andata che al ritorno.

Domenica 31 maggio sarà anche l’ultima volta di Gigi Del Neri sulla panchina orobica: i suoi ragazzi tenteranno quindi di regalargli un addio con i fiocchi. I presupposti per cercare l’impresa non mancano, visto che la squadra è apparsa in salute anche nel test infrasettimanale disputato a Zingonia contro l’Olimpia Agnelli, formazione di Seconda categoria.

L’allenatore friulano dovrà fare a meno di De Ascentis e Valdes che, insieme a Costinha, hanno svolto allenamento differenziato, oltre a Floccari e Ferreira Pinto che si sono limitati a terapie. La buona notizia è che Bellini ha recuperato dalla leggera distorsione subita contro il Palermo e verrà arruolato dal mister.

L’unica sicurezza, tra le tante soluzioni che l’allenatore atalantino potrà attuare nell’ultima di campionato, è la coppia di attaccanti. Plasmati, autore di una doppietta contro il Palermo nonostante abbia giocato soltanto i 45' della ripresa non essendo al 100%, sarà schierato titolare accanto al capitano, Cristiano Doni.

Nel 12-0 contro l’Olimpia Agnelli, che ha conquistato la salvezza proprio domenica scorsa vincendo i playout di Seconda categoria, ha brillato proprio l’ex attaccante catanese, autore di tre reti; due reti a testa per i giovani Zaza, Gabbiadini e Padoin e una rete per Doni su rigore, Pellegrino e Defendi.

ATALANTA PRIMO TEMPO: Coppola, Garics, Capelli, Pellegrino, Peluso, Cerci, Parravicini, Guarente, Defendi, Doni, Plasmati.
ATALANTA SECONDO TEMPO: Consigli, Garics, Talamonti, Manfredini, Bellini, Defendi, Cigarini, Padoin, Cerci (2' Girasole), Plasmati (15' Gabbiadini), Zaza.

L’Inter evoca splendidi ricordi ai tifosi atalantini, soprattutto grazie al 3-1 conquistato nella gara d’andata. La trasferta a San Siro è sempre insidiosa per una squadra provinciale come l’Atalanta, anche se nella sua storia centenaria qualche amarezza il team bergamasco l’ha pur lasciata nella mente dei tifosi del Biscione. Su tutte spicca la vittoria conquistata dalla band di Vavassori nel 2002 (2-1), che si rivelò praticamente decisiva nell’economia del campionato, perso dall’Inter nel famoso 5 maggio.

La squadra che gli uomini di Del Neri si ritroveranno davanti è ben diversa da quella vecchia Inter, dato che nel frattempo la società di Massimo Moratti ha conquistato 4 scudetti consecutivi. Gli stimoli non mancheranno nemmeno ai padroni del campionato: Josè Mourinho, che per l’occasione lascerà la guida tecnica della squadra al suo staff, vuole continuare il suo record d’imbattibilità casalinga. In campo ci sarà invece Zlatan Ibrahimovic che tenterà di realizzare più reti possibili per conquistare la classifica cannonieri.
 Simone Masper





Il consueto test amichevole del giovedì disputato dall'Atalanta si è concluso sul 12-0 contro l'Agnelli Olimpia, squadra che proprio domenica scorsa si è salvata in Seconda categoria vincendo i playout. Plasmati ha realizzato una tripletta, i giovani Zaza e Gabbiadini hanno firmato una doppietta, imitati da Padoin, mentre Doni (su rigore), Pellegrino e Defendi si sono fermati a un gol ciascuno.

Di positivo c'è stato il recupero di Bellini, mentre De Ascentis e Valdes hanno svolto allenamento differenziato. Soltanto terapie per Floccari e Ferreira Pinto. Per domenica a San Siro contro l'Inter campione d'Italia, nell'ultima partita di campionato, in attacco ci sarà spazio per il tandem formato da Doni e Plasmati. Che tenteranno di combinare un bello scherzetto alla corazzata milanese.

L'attaccante, che domenica aveva disputato soltanto la ripresa non essendo al 100%, ma erano stati 45' d'oro con una doppietta al Palermo, ha dimostrato di essere in forma. Magari sarà lui a fare l'ultimo regalo a Del Neri che si congederà dalla panchina nerazzurra.

ATALANTA PRIMO TEMPO: Coppola, Garics, Capelli, Pellegrino, Peluso, Cerci, Parravicini, Guarente, Defendi, Doni, Plasmati.
ATALANTA SECONDO TEMPO: Consigli, Garics, Talamonti, Manfredini, Bellini, Defendi, Cigarini, Padoin, Cerci (2' Girasole), Plasmati (15' Gabbiadini), Zaza. 

m.sanfilippo

© riproduzione riservata