Domenica 31 Maggio 2009

Madonna rimane all'AlbinoLeffe
«Non mi è piaciuto perdere così»

Armando Madonna resta all’AlbinoLeffe. Difficile capire se solo perché così richiede il contratto da onorare o anche perché il tecnico seriano è effettivamente soddisfatto di poter guidare i blucelesti pure la prossima stagione: «Mindo» nel dopopartita non ha chiarito del tutto.

Quel che è certo, intanto, è che il presidente Andreoletti non dovrà guardarsi intorno nei prossimi giorni per un nuovo allenatore. «Resto ufficialmente – ha esordito Madonna in sala stampa -, mi sono finalmente incontrato con la dirigenza e, avendo un altro anno di contratto, non ho problemi ad annunciare che sono ancora l’allenatore dell’AlbinoLeffe».

«Mindo» era scuro in volto. Il tecnico seriano avrebbe infatti preferito concludere la positiva stagione della sua squadra con una prestazione diversa. Invece Madonna è apparso molto deluso per la sconfitta casalinga, caratterizzata dall’incredibile rimonta dell’Ancona: tre gol subiti negli ultimi 20’.

«Ci tenevo a finire bene – ha spiegato Madonna -, speravo di potere raggiungere un altro buon risultato dopo la vittoria di Livorno, invece mi sono ritrovato a dovere fare i conti con un calo incredibile nella parte finale del match. Passare dal 3-1 al 3-4 mi ha lasciato l’amaro in bocca. Sinceramente non riesco a spiegare come sia potuto accadere, anche se già nella sconfitta casalinga contro il Rimini avevamo accusato un calo di tensione nel finale. Abbiamo sbagliato troppe palle gol nel primo tempo e concesso troppe azioni da rete ai nostri avversari nella ripresa».

Ma Madonna questa partita la voleva vincere: «Ci tenevo a chiudere in bellezza di fronte al pubblico di casa. E poi a me non piacciono i troppi sospetti che si accumulano sulle partite di fine campionato. Ci tenevo a vincere, perché credo sia importante cambiare cultura nel calcio italiano e si debba giocare sempre per i tre punti, anche nel finale di campionato, anche quando le motivazioni sono magari inferiori a quelle degli avversari».

Invece il modo in cui è avvenuta questa sconfitta rischia di alimentare i sospetti, invece che di fugarli. «No, non mi è per niente piaciuto perdere così», ha concluso Madonna.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata