Martedì 29 Settembre 2009

Conte: «Col Milan un calcio "feroce"
non abbiamo nulla da perdere»

Due pareggi collezionati in altrettante gare per Antonio Conte da quando è arrivato a Bergamo per prendere la guida dell'Atalanta. Per lui è già tempo di pensare agli obiettivi. «Quello principale - ha dichiarato l'allenatore nerazzurro a Datasport - è arrivare alla sosta con le ossa meno rotte possibili: abbiamo affrontato due squadre come Catania e Chievo che stavano meglio di noi e devo molto ai ragazzi che ci hanno messo molto del loro».

«Avevo paura - prosegue Conte parlando a Datasport - di arrivare alla sosta con zero punti: martedì - confessa - non ho dormito al pensiero di una sconfitta che a livello psicologico ci avrebbe devastato».

E il tecnico leccese svela nell'intervista anche il suo tipo di gioco preferito: «Il mio calcio ha bisogno di alti ritmi, ho trovato dei ritmi che non mi stanno bene, senza giudicare il lavoro di altri, voglio un calcio feroce. Domenica contro il Milan non abbiamo nulla da perdere, affrontiamo una squadra piena di campioni e sotto questo punto di vista può essere più facile».

r.clemente

© riproduzione riservata