Mercoledì 07 Ottobre 2009

Tennis, campionato di serie A1
Nuova avventura per il Tc Sarnico

Si riparte da dove si era terminato. Il Tc Sarnico ricomincia domenica la sua avventura nel campionato di serie A1, affrontando a Roma la Canottieri Aniene, ovvero la stessa squadra che aveva battuto i nostri nella semifinale di Bra dello scorso anno.

Sarà probabilmente la partita più difficile di un girone che si presenta equilibrato, e che vede il gruppo dei lacustri in grado, sulla carta, di ben figurare. Un gruppo che rispetto a dodici mesi fa ha cambiato una sola pedina, Massimo Ocera, sostituito dall’altro piemontese Alberto Giraudo.

Avvicendamento che non è passato inosservato, considerato che Ocera era uno dei pilastri della formazione da diverso tempo, ma che tutto sommato, sotto il profilo tecnico, non sposta verso il basso il valore della squadra. Insieme alla new entry ci saranno il bresciano Marco Pedrini, l’olandese Dennis Van Scheppingen e l’australiano Joseph Sirianni. Il capitano, confermato, sarà Luca Stoppini, mentre Ocera, che da giocatore si può ammirare in quel di Crema, ritornerà in veste di team manager.

«Siamo qui - spiega il direttore sportivo Fausto Marini - per restare nella categoria e possibilmente per cercare di ripetere quanto di buono abbiamo fatto nel 2008. L’inizio appare in salita e complessivamente il calendario non è semplice, visto che avremo tre trasferte impegnative da affrontare, ma conosciamo il valore dei nostri ragazzi e il quartetto a mio parere è competitivo».

Il girone 2, con Canottieri Aniene, Trento, Schio, Casale, Geovillage Olbia e Tc Udinese, non è proibitivo da affrontare come invece sembrava (ma poi il campo dimostrò il contrario) quello dello scorso anno. Dunque è chiaro che, al di là della salvezza, si possa coltivare qualche legittima ambizione di playoff.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata