Sabato 31 Ottobre 2009

Talamonti pensa al Cagliari:
«una partita tutta da giocare»

Leonardo Talamonti, 28 anni il prossimo 12 novembre, da 3 stagioni centrale difensivo nerazzurro, assorbita la battuta d'arresto di Livorno è proiettato verso la trasferta di domenica a Cagliari. Un solo accenno all'1-0 nel turno infrasettimanale in Toscana: "Abbiamo preso la rete solo su corner nell'unico momento di disattenzione. Bisogna rimanere concentrati per l'intera durata dei match altrimenti i pericoli sono dietro l'angolo".

Un attimo di pausa e Talamonti parlando di Cagliari ha aggiunto: "Come nei precedenti impegni di campionato ci trasferiamo in Sardegna consapevoli di poter fare la nostra partita fino in fondo. Certo, ci troveremo di fronte avversari in salute e con il morale alle stelle per aver espugnato il campo della Lazio. Ma, ripeto, pure noi disponiamo di un collettivo in grado di non partire battuti".

Quando gli si fa presente che nel Cagliari gioca il bergamasco ed ex atalantino Andrea Lazzari, Talamonti ha precisato: "Lazzari, oltre ad essere un giocatore di qualità, sta evidenziando una forma eccellente: vorrà dire che lo terremo particolarmente d' occhio. Del resto disponiamo di giocatori in grado di marcarlo al meglio".

Sulle sue condizioni fisiche, dopo cioè l'infortunio, l'ex laziale ha puntualizzato: "Giorno dopo giorno mi accorgo di recuperare gradualmente sotto ogni aspetto. Per raggiungere il top come ritmo devo continuare a sudare ma questo, per me, non è un problema".

Alla domanda se sta già pensando al match con la Juventus, in programma il sabato successivo dopo Cagliari, allo stadio di Bergamo, Talamonti ha risposto sinteticamente: "No, nel modo più assoluto. Adesso siamo solo orientati sul prossimo impegno: lo scontro con i bianconeri cominceremo a prenderlo in esame da martedì, alla ripresa degli allenamenti".
A. Z.

a.ceresoli

© riproduzione riservata