Atalanta a Reggio, stasera non si scherza Copenaghen tosto, l’obiettivo è vincere

Atalanta a Reggio, stasera non si scherza
Copenaghen tosto, l’obiettivo è vincere

A fine agosto è già tempo di dentro o fuori. La priorità è l’Europa e il tecnico Gian Piero Gasperini lo ha ricordato più volte nelle ultime conferenze: l’Atalanta alle 20 a Reggio Emilia si gioca una buona parte della stagione proprio nel decisivo preliminare contro i danesi del Copenaghen.

Doppia sfida per rivedere l’Atalanta nei gironi di Europa League, servirà sicuramente la carica di tutti i tifosi atalantini che invaderanno Reggio Emilia. I numeri della scorsa annata sono ancora lontani dall’essere raggiunti, ma mai come ora servirà davvero ricreare quel clima per ritrovare l’Atalanta in Europa.

Troppo facile snobbare l’incontro pensando di rivederci a settembre con temperature più fresche sempre a casa Mapei: poteva andare peggio nel sorteggio, mai danesi, l’ex squadra di Cornelius, sono un avversario da non sottovalutare. Ricordiamo solo uno degli ultimi precedenti con squadre scandinave, quello della Nazionale Italiana eliminata dalla Svezia nello spareggio Mondiale: servirà l’ atteggiamento giusto, quello spirito che i ragazzi di Gasperini hanno messo in campo diverse volte nella scorsa stagione in Europa. La vittoria contro il Frosinone alla prima di campionato, assente in casa atalantina dal 2008, ci fa dormire sonni tranquilli: la forza dell’avversario è stata chiara a tutti, ma vedere pressare i ciociari dall’inizio alla fine con quel moto incessante che ormai i nerazzurri mettono in mostra da più di due stagioni, significa allora che nulla è cambiato, oltre ad un super Papu Gomez che aiuterà a fare la differenza.

Attenzione al campo in tutti i sensi: non c’è solo il fatto di giocare la prima in casa, ma per di più su un terreno di gioco che è parso davvero pessimo sia nella sfida contro gli israeliani dell’Hapoel Haifa, ma anche nel corso della prima di campionato tra Sassuolo ed Inter.

In ottica di formazione i dubbi sono sempre i soliti: chi giocherà tra i pali e chi sarà a fianco di Papu Gomez in attacco. Gollini-Berisha rimarrà uno dei dubbi più costanti dell’annata, mentre all’attacco Zapata, dopo la panchina con il Frosinone, è in vantaggio su Barrow, che potrebbe così diventare devastante a partita in corso contro una squadra che potrà essere stanca, sfruttando così la sua velocità contro i fisicati danesi. Out Palomino, ballottaggio Djimsit-Mancini in difesa, mentre Pasalic è favorito su Pessina per giocare alle spalle delle due punte.

Le possibili formazioni
Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Djimsiti, Masiello; Castagne, de Roon, Freuler, Gosens; Pasalic; Gomez, Zapata. All. Gasperini.
Copenaghen (4-4-2): Joronen; Ankersen, Vavro, Bjelland, Boilesen; Gregus, Zeca, Skov, Thomsen; N’Doye, Fischer. All. Solbakken.
Arbitro: Kralovec (Repubblica Ceca).

Tre pagine di Atalanta acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 23 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA