Atalanta, arrivano i giganti - Video Gasperini: «Ma non partiamo battuti»

Atalanta, arrivano i giganti - Video
Gasperini: «Ma non partiamo battuti»

Arrivano i giganti del campionato, in una partita da sempre sentita a Bergamo per la rivalità tra le due tifoserie.

Al Comunale domenica 2 ottobre è il turno del Napoli e mister Gian Piero Gasperini presenta così l’avversario di giornata. «Sono i più forti insieme alla Juventus, hanno perso Higuain ma sono collaudati ed esprimono il calcio migliore. Anche l’anno scorso giocavano bene, ma il secondo anno di fila con lo stesso gruppo e mister conta, sono in continua evoluzione, più solidi e più precisi, visto che hanno tante partite giocate insieme».

L’Atalanta è reduce dal successo che ha rilanciato la formazione dell’ex tecnico genoano, dopo i giorni più caldi del post Palermo. «Abbiamo solo da guadagnarci da una sfida del genere, ci arriviamo bene dopo il successo con il Crotone, in certi aspetti è stata sminuita, ma quando fai 3 gol nel primo e fai tante occasioni è giusto dare dei riconoscimenti a questi ragazzi. L’Atalanta arriva a misurarsi in una partita da pronostico chiuso, mi auguro che sia un’opportunità per prendere slancio e fiducia per le prossime partite. Non è giusto ne sminuire ne enfatizzare la vittoria di Pescara. La forza di questa squadra saranno i giovani, la prova di Napoli sarà un altro banco di prova per capire la nostra forza».

Sul post partita e il famoso incontro con la dirigenza atalantina, mister Gasperini chiude il discorso affermando che la situazione è sotto controllo. «Sono qua per sviluppare un progetto, far crescere i giovani, recuperare giocatori importanti che hanno avuto brutte stagioni: non si sviluppa nell’immediato, mi è stato chiesta questa cosa e vado dritto per quella strada. Non era un chiarimento, io li posso informare delle mie scelte, spero di essere supportato dai risultati. Non ci saranno altre cose che mi spostano da quello che mi ha chiesto la società».

I giovani sono sempre nel pensiero del tecnico che ha sempre avuto un occhio di riguardo per i ragazzi pronti al lancio, aiutandoli nell’ultimo step della crescita. «Kessie ha fatto cose inaspettate, Freuler sta giocando un ottimo calcio, Petagna ha fatto due gol: abbiamo una serie di giovani che possono essere il futuro. Sono state tutte risposte importanti, mi auguro che ci saranno anche quelle degli altri prossimamente. Cabezas ha bisogno di un po’ più di tempo, sta lavorando bene, è cresciuto, quando considererò che sarà pronto per entrare con la sicurezza e lo slancio giusto sarà in campo».

L’appuntamento della vigilia si è concluso con un sgradevole fuoriprogramma: a fine conferenza stampa, Gasperini si è rivolto a un collega di un’altra testata con toni e parole poco educate, tra cui qualche insulto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA