Atalanta, chiuso il discorso salvezza largo ai giovani a Verona con il Chievo

Atalanta, chiuso il discorso salvezza
largo ai giovani a Verona con il Chievo

Discorso salvezza chiuso, godiamoci i giovani e sogniamo l’Atalanta del futuro. Conquistato l’obiettivo stagionale con una pesante sconfitta interna, l’Atalanta va alla ricerca del riscatto in casa del Chievo Verona, in campo alle 15.

Cosa aspettarsi da un partita tra due formazioni già salve? Due opzioni, o noia mortale oppure spettacolo a suon di gol. L’importante è la reazione, che deve obbligatoriamente esserci, perché la sconfitta con i rossoblù ha davvero mandato il morale dei tifosi nerazzurri ulteriormente sotto i tacchi, dopo una stagione complicata.

Ok, obiettivo raggiunto, ma i nerazzurri avevano abituato bene i loro tifosi e nell’anno del possibile salto di qualità, dopo il sogno Uefa della scorsa stagione, è invece arrivato un campionato da piena bagarre salvezza, con la fortuna di avere alle spalle tre formazioni che meritano la serie B. L’Atalanta del futuro si sta già costruendo e dopo la sfida con il Milan sarà tempo di vacanze e per molti di addio.

Il futuro lo vedremo già in campo a Verona, contro la formazione di Maran: finalmente è tempo di vedere all’opera uno dei più promettenti ragazzi provenienti dal settore giovanile, il centrocampista Grassi, mentre in attacco è il turno di Rosseti, per capire quale sia la vera forza di un ragazzo già nel giro delle nazionali giovanili. Ad affiancarlo in avanti potrebbe essere Boakye che, dopo un ottimo avvio di campionato, non è stato più utilizzato. Mancheranno per squalifica Carmona, Migliaccio, Pinilla e Denis: maggior ragione per chi è stato meno impegnato nel corso dell’annata di farsi vedere per meritarsi la conferma. Dimenticare di essere ormai in vacanza, onorare la maglia atalantina e soprattutto i tifosi che saranno in trasferta a Verona, per festeggiare con il Milan all’ultima di campionato e voltare pagina.

I due probabili schieramenti

CHIEVO (4-4-2): 25 Bardi; 21 Frey, 12 Cesar, 3 Dainelli, 34 Biraghi; 24 Schelotto, 13 Izco, 8 Radovanovic, 19 Botta; 69 Meggiorini, 43 Paloschi. In panchina: 1 Bizzarri, 90 Seculin, 20 Sardo, 87 Zukanovic, 14 Cofie, 10 Christiansen, 18 Fetfatzidis, 23 Birsa, 9 Pozzi, 31 Pellissier, 11 Vajushi. All. Maran

ATALANTA (4-3-1-2): 57 Sportiello; 22 Zappacosta, 20 Biava, 29 Benalouane, 3 Del Grosso; 21 Cigarini, 16 Baselli, 95 Grassi; 11 Moralez; 27 Rossetti, 99 Boakye. In panchina: 1 Avramov, 78 Frezzolini, 5 Scaloni, 6 Bellini, 93 Dramè, 88 Cavagna, 2 Stendardo, 13 Masiello, 33 Cherubin, 7 D’Alessandro, 25 Emanuelson, 10 A.Gomez, 9 Bianchi. All. Reja

Arbitro: Sacchi di Macerata.

Simone Masper


© RIPRODUZIONE RISERVATA