Atalanta, Gasperini traccia la strada «A Palermo per giocarcela tutta»

Atalanta, Gasperini traccia la strada
«A Palermo per giocarcela tutta»

Un lungo viaggio con la voglia di tornare ancora una volta a Bergamo con i tre punti, proseguire il mini ciclo contro formazioni di seconda fascia e guardare da vicino le migliori del campionato.

L’Atalanta però non pensa da grande, ragiona partita per partita senza fidarsi dei tranelli che anche le piccole sapranno preparargli a partire dal match di domani contro il Palermo, al Barbera alle 15. «Le partite sono tutte da giocare, non li abbiamo già fatti questi punti: Palermo è da giocare, così come il Crotone, viviamo il presente con meno affanno, più serenità, e valutare una situazione alla volta. All’andata è stato il momento più basso e poco fortunato, perchè non meritavamo di perderla: siamo partiti da lì verso un girone con un altra marcia, è stato un momento difficile, ma va invece ricordato come la fase decisiva della stagione. Il Palermo si gioca molto: noi andiamo là convinti della nostra classifica, per loro è una delle ultime spiagge, ma dopo aver fatto veramente tanti danni. Potevano avere una classifica migliore, ma è il frutto delle partite fatte fino adesso, diventa duro raddrizzare la situazione. Ricordiamoci che le nostre esigenze non sono meno motivanti delle loro».

Gomez nel match d’andata

Gomez nel match d’andata

In ottica formazione i soliti dubbi in difesa, con 4 giocatori di livello e un altro pronto ad aggiungersi. Intanto non sarà del match Migliaccio, infortunato ad una caviglia in allenamento. «Per la difesa va vista di volta in volta: tutti e 4 stanno facendo sempre bene, Bastoni sarà con loro prossimamente. I diffidati? Non li preservo, sono situazioni normali nel corso del girone di ritorno. Konko e Dramè lavorano ancora in differenziato, dispiace perché potevano essere utili in ruoli nei quali potevamo avere qualche carenza, ma Conti e Spinazzola sono due motori inesauribili, ci danno capacità di spinta, se ne parla poco ma sono due pedine fondamentali».

Gasperini quando allenava il Palermo

Gasperini quando allenava il Palermo

Qualche nome ogni tanto scappa, come giusto che sia: oggi gli elogi sono per i due giovani esterni, ma Gasperini insiste ricordando che la differenza la sta facendo il gruppo. «ll vero leader di questa squadra è la squadra, tutto il gruppo: Papu Gomez è una delle espressioni più belle dal punto di vista tecnico, ma sono leader tutti, anche quelli che non giocano e chi porta qualcosa d’importante a livello di gruppo». Per il tecnico piemontese sarà un doppio ritorno, avendo già indossato la maglia rosanero ed essendosi poi seduto sulla panchina siciliana. «A Palermo i ricordi migliori sono da giocatore, da allenatore fu un periodo molto difficile della mia vita calcistica, ero partito bene e con entusiasmo visto che era un tuffo nel passato, e poi c’è stato un periodo difficile anche personale e non solo tecnico, non il migliore anche come espressione nella squadra».

Kessie contro il Palermo

Kessie contro il Palermo

E torna puntuale «TuttoAtalanta diretta stadio» su Bergamo Tv. A commentare la sfida tra gli atalantini e il Palermo, a partire dalle 14 fino alle 18 di domenica l’ allenatore Alessio Pala, i giornalisti Arturo Zambaldo e Osvaldo Palazzini; il dirigente sportivo Gianlauro Bellani e il medico Massimiliano Limonta. Interventi tramite video chiamate Skipe, con Elisa Cucchi, Ralf Hildebrand, Massimo Casari, Mario Gamba (dalla Germania) Enrico Ongaro (da Miami-Florida) Enrico Fagiani e Attilio Varischetti. Dallo stadio Azzurri d’ Italia collegamenti con il cronista Simone Pesce. Al termine della partita, dalla sala stampa dello stadio «Renzo Barbera» interviste con gli allenatori dell’ Atalanta (Gian Piero Gasperini) e del Palermo (Diego Lopez). Condurrà la trasmissione Fabrizio Pirola. I telespettatori possono inviare messaggi al numero 335.6969423. Bergamo Tv si riceve sul canale 17 del digitale terrestre e in streaming sul portale www.bergamotv.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA