Atalanta, gli otto gol con Chievo e Parma arrivati strizzando l’occhio al passato

Atalanta, gli otto gol con Chievo e Parma
arrivati strizzando l’occhio al passato

È pura coincidenza la valanga di gol totalizzati dell’Atalanta dopo la lunga e preoccupante astinenza? Sarà.

Sta di fatto però che i nerazzurri hanno ripreso a segnare in abbondanza quando Gian Piero Gasperini si è riaffidato al passato dimenticando, di colpo, le operazioni del mercato estivo. Otto le reti realizzate, in rapida successione, nelle ultime due sfide col Chievo (in trasferta) e con Parma a Bergamo. E guarda caso utilizzando, in fase offensiva, vecchie conoscenze come Ilicic, Gomez e Barrow. Appena prima, nella gara persa in casa con la Sampdoria, il tecnico aveva schierato al via i nuovi ingaggiati Pasalic e Zapata. Non è dato sapere se l’allenatore piemontese insisterà pure domenica a Bologna sul terzetto che ha fruttato nel giro di poco tempo addirittura sei punti, bottino che consente all’Atalanta di riavvicinarsi alla zona europea. I presupposti, dando spazio alla razionalità, ci sono tutti. Fermo restando che alla stessa stregua non risulterà facile rinunciare a Zapata , autentico colpaccio nella recente campana acquisti. Dalla parte dell’attaccante colombiano, comunque, la media di una decina di gol nei campionati disputati in Italia. Tornando all’Europa League il cui sogno su un immediato ritorno sembrava accantonato anche i tifosi votati al bicchiere mezzo vuoto hanno ricominciato a prenderlo in seria considerazione. Il distacco in classifica dalle attuali maggiori candidate alla rassegna internazionale parla di un ritardo di tre lunghezze. Mancando la bellezza di 28 giornate alla conclusione del torneo con in palio 84 punti come la mettiamo? Al di là delle prossime scelte (sulla formazione) del mister.


© RIPRODUZIONE RISERVATA