Atalanta, il 2015 riparte dal Genoa Due punte più Moralez per pungere

Atalanta, il 2015 riparte dal Genoa
Due punte più Moralez per pungere

Riparte dal Genoa la rincorsa salvezza dell’Atalanta. Inizia il 2015 della serie A e il primo impegno dei giocatori di mister Colantuono si presenta tra i più difficili.

Il team di Gasperini lotta nelle zone alte della classifica, continua a muoversi sul mercato e vive un grande entusiasmo, con la fine dello scorso anno che ha segnato la grande rinascita delle squadre di Genova.

Ma nella partita delle 15 a Marassi l’Atalanta non vuole assolutamente fare la vittima sacrificale . Prima il Genoa, poi Chievo e Milan: sarebbe un guaio aspettare solo l’incontro con i clivensi per tornare a vincere, perché se le cose dovessero andare male con zero punti in tre partite ci sarebbe un nuovo e serissimo campanello d’allarme.

Sarebbe inutile anche fare le barricate davanti a Sportiello, ma provare a giocarsela: l’ultimo ricordo a Marassi è la sconfitta contro la Sampdoria nelle prime giornate, una squadra molle che non seppe reagire. È il nuovo anno, un 2014 fatto di alti e bassi è stato lasciato alle spalle: per la seconda parte del torneo serve un’altra Atalanta, quella vogliosa e con un’anima vista nei secondi tempi con Cesena e Palermo, e non quella dei primi 45’ con le stesse formazioni o con la Lazio, serve una prova d’orgoglio, da bergamaschi, e solo così si può tornare a sorridere.

Non è un caso a questo punto che sia proprio capitan Bellini a tornare in campo in difesa sulla fascia destra per dare la carica, nonostante l’ultima prova con la Roma non sia stata tra le più positive. Davanti a Sportiello ci saranno Benalouane e Stendardo, mentre Cherubin rimarrà fuori un mese per una lesione di primo grado al soleo del polpaccio sinistro: mancheranno anche lo squalificato Cigarini e i lungodegenti Estigarribia e Raimondi, mentre Rosseti per la prima volta figura nell’elenco dei convocati.

A completare il reparto arretrato a sinistra c’è Dramè, che fortunatamente non verrà convocato per la Coppa d’Africa e la società nerazzurra non sarà così costretta a tornare sul mercato. A centrocampo Carmona e Baselli saranno chiamati a fare gioco nel cuore della mediana: l’augurio è che il primo torni sui livelli della scorsa stagione, mentre il secondo faccia vedere ai bergamaschi di che pasta è fatto. Sull’esterno di destra tocca a Zappacosta: il primo esperimento con il Cesena non fu tra i migliori anche a causa di un infortunio, ma sarà curioso vederlo all’opera in una posizione avanzata, pensando anche al possibile rientro di Masiello nelle prossime settimane.

Il ruolo di esterno sinistro è il vero punto di domanda alla vigilia: Maxi Moralez, D’Alessandro o Molina? L’argentino sarà sicuramente in campo, ma bisogna capire dove, se sull’esterno o dietro a Denis; al momento la coppia d’attacco pare quella che ha dato la scossa giusta contro Cesena e Palermo, Denis e Bianchi, con Maxi a sinistra.

Maximiliano Moralez e German Denis contro il Palermo: hanno segnato tre gol in due

Maximiliano Moralez e German Denis contro il Palermo: hanno segnato tre gol in due

Il Grifone è reduce da due sconfitte consecutive: sicuri assenti Marchese e lo squalificato Perotti , mentre l’ultimo arrivato, Tino Costa, è in forte dubbio. Tra le fila atalantine non ci sarà il neoacquisto Mauricio Pinilla, appena arrivato dallo stesso Genoa, per la legge non scritta del calciomercato. L’Atalanta non vince a Marassi dal 1991 grazie alle reti di Caniggia e Bianchezi: negli ultimi anni il risultato più gettonato è il pareggio, centrato ben 4 volte su 5 incontri.

I due probabili schieramenti

GENOA (3-4-3): 1 Perin; 14 Roncaglia, 8 Burdisso, 4 De Maio; 69 Sturaro, 91 Bertolacci, 88 Rincon, 13 Antonelli; 24 Falque, 32 Matri, 18 Fetfatzidis. In panchina: 23 Lamanna, 39 Sommariva, 5 Izzo, 3 Antonini, 87 Rosi, 92 Mussis, 33 Kucka, 21 Edenilson, 16 Lestienne. All. Gasperini.

ATALANTA (4-4-2): 57 Sportiello; 6 Bellini, 2 Stendardo, 29 Benalouane, 93 Dramè; 22 Zappacosta, 17 Carmona, 18 Baselli, 11 Moralez; 9 Bianchi 19 Denis. In panchina: 1 Avramov, 78 Frezzolini, 3 Del Grosso, 5 Scaloni, 20 Biava, 95 Grassi, 25 Spinazzola, 8 Migliaccio, 7 D’Alessandro, 10 Gomez, 31 Molina, 99 Boakye, 27 Rosseti. All. Colantuono

Arbitro: Irrati di Pistoia.

Simone Masper


© RIPRODUZIONE RISERVATA