Atalanta-Inter, una notte europea A caccia di tre punti fondamentali

Atalanta-Inter, una notte europea
A caccia di tre punti fondamentali

Notte da leoni, notte nerazzurra: lo stadio di Bergamo si veste a festa per l’arrivo dell’Inter (inizio della partita alle 20.45).

Arriva una grande, ma soprattutto è tempo di giocarsi punti fondamentali per l’Europa League in un match ad alta tensione, dove la posta in palio è davvero alta: se per i bergamaschi c’è la possibilità di accorciare dopo la sconfitta con la Samp e il pareggio di Ferrara che hanno riaperto ogni discorso facendo retrocedere i nerazzurri, e gli uomini di Spalletti inseguono la Champions League.

Spazio al cuore, sarà la prima di Gagliardini a Bergamo: rimpianti non ce ne sono e non ce sono mai stati, non per le qualità o il carattere del figlio di Zingonia, ma per le caratteristiche bergamasche , in un reparto che ha permesso agli uomini di Gasperini di fare il salto di qualità, da Freuler a Cristante a de Roon, oltre ai veri Kessie e Conti nella passata stagione, quando a metà anno il dalminese scelse la Milano nerazzurra.

Tre punti troppo importanti per entrambe, a maggior ragione dopo l’ultima settimana: un pareggio e una sconfitta per gli orobici, stesso risultato con il pari nel derby e la sconfitta con il Torino per la band di Spalletti, dopo una serena Pasqua per le due contendendoti allo stadio di Bergamo con le vittorie con Udinese e Verona.

In ottica di formazione l’Atalanta è costretta a fare a meno di Ilicic, Spinazzola, Palomino e Rizzo infortunati e Petagna squalificato, assenze che possono pesare e arrivate tutte in un momento chiave della stagione. In attacco gli uomini a disposizione di mister Gasperini sono contati: schierare Barrow e Cornelius insieme significherebbe non avere cambi a disposizione, il danese potrebbe partire titolare e Barrow utilizzato a partita in corso come a Ferrara, dove possiamo dire che è sbocciato un giocatore che potrà fare un’ottima carriera nella massima serie. La decisione verrà presa all’ultimo, così come per Caldara, che potrebbe tornare titolare dopo i problemi alla schiena, con al suo fianco Toloi e Masiello, Mancini resta in allerta e Palomino non ha recuperato. Confermato il centrocampo con Hateboer e Gosens sugli esterni, Freuler e de Roon a metà campo: quest’ultimo ha dato un segnale chiaro a Ferrara prendendosi la responsabilità di calciare il rigore decisivo, capitano silenzioso al fianco del Papu, apparso in netta ripresa a destra nella seconda frazione contro la Spal.

Probabili formazioni

Atalanta (3-5-1-1): 1 Berisha; 3 Toloi, 13 Caldara, 5 Masiello; 33 Hateboer, 15 de Roon, 11 Freuler, 8 Gosens; 4 Cristante; 10 Gomez, 9 Cornelius. A disp.: 91 Gollini, 31 Rossi, 95 Bastoni, 28 Mancini, 21 Castagne, 23 Melegoni, 32 Haas, 99 Barrow, 97 Elia. All. Gasperini.

Inter (4-2-3-1): 1 Handanovic; 7 Cancelo, 37 Skriniar, 25 Miranda, 33 D’Ambrosio; 5 Gagliardini, 29 Borja Valero; 17 Karamoh, 8 Rafinha, 44 Perisic; 9 Icardi. A disp.: 27 Padelli, 46 Berni, 21 Santon, 29 Dalbert, 13 Ranocchia, 2 Lisandro Lopez, 11 Vecino, 87 Candreva, 23 Eder, 99 Pinamonti. All. Spalletti.

Arbitro: Doveri di Roma.


© RIPRODUZIONE RISERVATA