Atalanta, gioia per lo scudetto Primavera Selini: «L’emozione di dedicarlo a Favini»

Atalanta, gioia per lo scudetto Primavera
Selini: «L’emozione di dedicarlo a Favini»

Il consigliere atalantino in tribuna durante la finale, al fischio conclusivo che ha incoronato l’Atalanta campione d’Italia ha immaginato la gioia sul volto dello storico e indimenticato responsabile tecnico del settore giovanile nerazzurro Mino Favini.

Ha esultato con Antonio Percassi al gol vincente di Colley e poi al fischio finale dell’arbitro in tribuna vip allo stadio Tardini di Parma, venerdì scorso. Per Roberto Selini, consigliere dell’Atalanta di lungo corso e vice presidente del club Amici si è trattato di una serata ricca di emozioni che resteranno indelebili. Per il dirigente nerazzurro il settore giovanile al Centro Bortolotti di Zingonia rappresenta un gioioso angolo dal quale è impossibile separarsi. Del resto ha avuto per oltre un decennio la delega durante la gestione-Ruggeri di sovrintendente all’intero plotone dei baby.

«Non potevo mancare all’appuntamento della finalissima scudetto: tutto ciò che sa di vivaio è per me un richiamo irrinunciabile. Aver ricucito sulle nostre maglie il tricolore dopo per di più di quattro lustri è il massimo su cui si potesse chiedere». Selini che ha vissuto per parecchio tempo a stretto contatto con Mino Favini quando favini era il numero uno dello staff del settore giovanile ha anche sottolineato che «Tutti dal presidente, al direttore generale Marino fino a mister Brambilla sono stati concordi nel dedicare a Mino la vittoria dello scudetto.Nel momento della vittoria ho immaginato la sua gioia mai esagerata e come sarebbe stato il suo volto segnato da un’intensa e viva commozione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA