Atalanta, missione compiuta Prossima sfida europea il 23 agosto

Atalanta, missione compiuta
Prossima sfida europea il 23 agosto

L’Atalanta si qualifica per lo spareggio per l’accesso alla fase a gironi di Europa League. Dopo la vittoria per 4-1 ottenuta all’andata, i nerazzurri di Gasperini hanno superato 2-0 l’Hapoel Haifa anche nel match di ritorno a Reggio Emilia grazie alle reti di Zapata e Cornelius. Nello spareggio (andata 23 agosto a Reggio Emilia, ritorno il 30 in Danimarca), l’Atalanta affronterà il Copenaghen

L’Atalanta ha battuto 2-0 gli israeliani dell’Hapoel Haifa nel ritorno del terzo turno dei preliminari di Europa League. La vittoria di stasera, dopo quella per 4-1 nella trasferta di una settimana fa, promuove gli orobici al playoff - ultimo passaggio prima della fase a gironi - dove incontreranno i danesi del Copenhagen (23 e 30 agosto).

Gasperini fa turnover risparmiando Toloi, Palomino, Hateboer, Gosens e De Roon per testare alcuni nuovi innesti come Dijmsiti, Pasalic e Reca, mentre il giovane Pessina agisce ancora una volta sulla trequarti insieme a Gomez, alle spalle del centravanti Duvan Zapata. Il predominio tecnico e territoriale dell’Atalanta è subito evidente, ma per vedere la prima occasione da gol bisogna aspettare il minuto 24: Freuler dalla sinistra mette un pallone interessante sul secondo palo dove arriva Castagne, ma il portiere Setkus è attento nel respingere il colpo di testa dell’esterno nerazzurro. Un minuto dopo ci prova dall’altra parte Buzaglo, ma la conclusione non può impensierire Gollini. Le migliori opportunità per i padroni di casa arrivano attorno alla mezz’ora: clamorosa quella fallita da Castagne, che a porta vuota manca la palla sul preciso cross di Pessina; pochi secondi dopo ci prova anche il Papu Gomez, ma la sua punizione da ottima posizione si perde sul fondo.

Nel finale del primo tempo l’Hapoel tenta la reazione: Tamas sfiora il palo con un colpo di testa sul corner battuto da destra, Ginsari e Plakushchenko (subentrato dopo mezz’ora all’infortunato Buzaglo) ci provano dalla distanza ma Gollini è sempre attento. Nella ripresa la trama non cambia e i ritmi si abbassano ancor più, a testimonianza di una qualificazione mai in discussione.

L’Atalanta tiene in mano il gioco, crea poche occasioni fino al minuto 71 quando passa in vantaggio: l’ennesimo cross dalla destra di un Castagne molto attivo è capitalizzato da Zapata con un colpo di testa imparabile per Setkus. Il raddoppio degli orobici arriva invece al 92’ con il nuovo entrato Cornelius. L’Atalanta può dunque esultare e, dopo l’esordio di lunedì prossimo in campionato contro il Frosinone, concentrarsi sul Copenaghen, ultimo scoglio per strappare il biglietto per la fase a gironi dell’Europa League, dove aspettano già Lazio e Milan. L’andata è in programma giovedì 23 agosto a Reggio Emilia, il ritorno il 30 in Danimarca.

Le formazioni
ATALANTA (3-4-2-2): Gollini 6; Mancini 6, Djimsiti 6, Masiello 6; Castagne 7, Pasalic 6.5, Freuler 6.5 (32’ st Valzania sv), Reca 6; Pessina 6.5, Gomez 6.5 (37’ st Barrow sv); Zapata 7 (41’ st Cornelius 6.5). In panchina: Berisha, Palomino, Hateboer, de Roon. Allenatore: Gasperini 6.5.
HAPOEL HAIFA (4-3-3): Setkus 5.5; Malul 5.5, Mitrevski 5, Tamas 5, Kapiloto 5.5, Dilmoni 5 (30’ st Arel 6); Ginsari 6, Sjostedt 5.5 (22’ st Vermouth 6), Hadida 5.5; Papazoglou 5, Buzaglo 5.5 (30’ st Plakushchenko 5.5).In panchina: Kadosh, Mishpeti, Quashoa, Nissim Zamir.
Allenatore: Klinger 5.5.
ARBITRO: Schneider (Francia) 6.
RETI: 26’st Zapata, 47’st Cornelius.

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA