Atalanta, oggi si aspetta la firma Gasperini sempre più vicino
Mister Gasperini

Atalanta, oggi si aspetta la firma
Gasperini sempre più vicino

Gasperini e l’Atalanta? Ormai pare una cosa fatta e lunedì 6 giugno dovrebbero esserci sia l’annuncio sia la firma, con l’ex tecnico genoano che si legherà all’Atalanta per due stagioni.

Negli ultimi dieci anni, Gasp e i nerazzurri hanno scritto storie diverse e le rispettive parabole raramente si sono intrecciate: il matrimonio dietro l’angolo, però, potrebbe portare benefici all’Atalanta, almeno questo è quanto dicono i numeri (per quanto il loro valore possa essere limitato, a causa delle diverse contingenze).

Quelli in tasca al tecnico di Grugliasco sono migliori di quelli della squadra che, nello stesso periodo, è passata dalle mani di Colantuono (due volte), Del Neri e Reja, oltre che da quelle del trittico Gregucci-Conte-Mutti.

Comunque, nelle ultime dieci stagioni, l’allenatore ha un bilancio di 299 partite giocate, 114 vittorie, 77 pareggi e 108 sconfitte, per un totale di 419 punti, mentre l’Atalanta, nello stesso periodo, ha giocato 384 partite, con 125 vittorie, 110 pareggi e 149 sconfitte. Per l’appunto, 1,40 a 1,26 a partita a favore di Gasp. Che mantiene un buon vantaggio anche parlando di gol: le sue squadre hanno segnato 400 reti (media 1,33) contro le 453 dell’Atalanta, che però ha all’attivo ben 85 gare in più (la media nerazzurra, quindi, è più bassa: 1,18). Più gol e a beneficiarne sono soprattutto gli attaccanti, visto che, con Gasperson, sono andati a nozze Borriello e Milito, che hanno raggiunto rispettivamente 19 e 24 reti, centrando i record personali in carriera: a Bergamo, nello stesso periodo, il massimo l’ha fatto Denis (16 gol).


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 6 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA